Articolo
25 dic 2015

I nostri auguri di un felice Natale con le nuovi luci di piazza Europa

di Mobilita Catania

Lo staff di Mobilita Catania festeggia il suo primo Natale e augura a tutti i lettori e amici di trascorrere felicemente questo giorno speciale. Gli approfondimenti di catania.mobilita.org insieme alle vostre segnalazioni e proposte, che contraddistinguono il taglio partecipativo e propositivo del network mobilita.org, ritorneranno nei prossimi giorni. Nell'augurarvi nuovamente un felice Natale vi proponiamo le foto della riqualificazione del verde e degli arredi urbani di piazza Europa: l'intervento è stato frutto del contributo della società cooperativa Sims e della società Gemmo in collaborazione con il Comune di Catania e la società Multiservizi. L'acqua finalmente tornata a zampillare e la luce della fontana possano essere di buon augurio per la nostra città.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 dic 2015

Le novità Ferrovia Circumetnea per il 2016: metro, circum e autolinee

di Roberto Lentini

Con la presentazione dei nuovi treni Vulcano, coincidente con i 120 anni delle FCE,  si è pure parlato degli scenari futuri che  avrà la mobilità nell’area metropolitana catanese. Il parco autobus della FCE, che già nel 2014 era stato rinnovato con 39 nuovi bus, verrà ulteriormente integrato da altri 10 nuovi bus e diminuiranno quelli che entreranno in città preferendo a questi il trasporto su ferro. Per la fine del 2016  ci sarà quindi un riordino totale dei servizi su gommato sia nelle linee della FCE sia nelle linee dell’AMT, focalizzando tutto su due poli di scambio, Nesima e Sanzio. Con la messa in esercizio dei  nuovi treni “Vulcano” verrà intensificata la tratta Adrano-Nesima e con l’entrata in esercizio della metropolitana (scheda opera) verrà intensificata la tratta Nesima-Stesicoro. (cronoprogramma dei lavori) A Nesima si fermeranno inoltre i bus extraurbani della FCE e i bus dell’AMT (info parcheggio) e sarà quindi un polo per distribuire i pendolari, provenienti nella fascia ovest dell’area metropolitana, all’interno della città. Ci sarà pure un’integrazione tariffaria e un biglietto integrato tra i bus dell’AMT e i bus della ferrovia Circumetnea. Altra novità importante per la mobilità è il servizio della metropolitana che, in coincidenza con l'apertura delle nuove tratte, verrà esteso fino alle 22:00 con frequenze di circa 10 minuti compresa l'apertura domenicale. Di seguito le interviste al Commissario FCE Virginio Di Giambattista e al Direttore Generale Alessandro Di Graziano.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 dic 2015

Limitazioni del servizio AMT durante le vacanze natalizie

di Roberto Lentini

L'AMT informa che il 24 e il 31 dicembre i mezzi effettueranno l’ultima partenza alle ore 21.00; il 25 dicembre e l’1 gennaio 2016 il servizio sarà sospeso dalle ore 13.00 (ultima corsa) alle ore 17.00 (prima partenza), con esclusione della circolare 524S che nei giorni sopra indicati garantirà il collegamento tra il parcheggio di Fontanarossa – Aeroporto, con una frequenza di 18 minuti. L’ufficio abbonamenti chiuderà il 24 dicembre alle ore 10:15 e riaprirà il 4 gennaio 2016.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
22 dic 2015

Aereo Meridiana, sospesi due tecnici manutentori

di Mobilita Catania

L’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile rende noto che durante android wifi gps tracker il Consiglio di Amministrazione che si è svolto ieri, 21 dicembre 2015 con riferimento all’inconveniente grave accaduto mobile spy app reviews il giorno 17 dicembre a un velivolo di Air Italy, del gruppo Meridiana, in partenza dall’Aeroporto di Catania (scheda opera), che ha perso una ruota del carrello dopo il decollo, il Direttore Generale Alessio Quaranta ha presentato un’informativa sull’accaduto con le risultanze emerse sia dalle verifiche condotte dall’ENAC, sia a seguito della mobile location tracker on android convocazione dei vertici di Air Italy e di Meridiana che sono stati ascoltati nella mattinata di ieri dalle strutture tecniche dell’Ente competenti sulla materia. Il Consiglio di Amministrazione ha preso atto del provvedimento assunto dall’ENAC in via cautelare di sospensione dei due tecnici che hanno curato per ultimi la manutenzione del velivolo. Il Direttore, peraltro, ha riferito che, nell’ambito delle competenze istituzionali dell’ENAC e nel pieno rispetto di quelle proprie dell’ANSV, Agenzia Nazionale per la Sicurezza del Volo, l’organismo titolato allo svolgimento delle inchieste tecniche su inconvenienti e incidenti aeronautici, proseguirà i propri accertamenti per la verifica delle responsabilità e per evitare il ripetersi di episodi how to get someones text messages without them knowing inammissibili come quello accaduto al velivolo Air Italy. Le verifiche potrebbero eventualmente portare a sanzioni nei confronti della compagnia, come previsto dalla normativa vigente; il direttore riferirà nei prossimi Consigli su altri eventuali provvedimenti adottati e sulle risultanze del proseguimento delle verifiche in corso da parte dell’ENAC.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
22 dic 2015

Viadotto Himera, demolita carreggiata direzione Catania: operazione di ingegneria senza precedenti

di Roberto Lentini

Oggi alle ore 15.48, nel pieno rispetto dei tempi programmati, Anas ha proceduto alla demolizione di oltre 200 metri della carreggiata in direzione Catania del viadotto Himera, sull`A19, danneggiata da una frana lo scorso 10 aprile 2015. Un`operazione durata pochi secondi ma che ha richiesto un complesso progetto di messa a punto e di ingegnerizzazione articolato in più fasi. La demolizione controllata tramite esplosioni, insieme al sistema di tiraggio del viadotto, mai realizzato prima in Italia, hanno garantito piena sicurezza della prevista risposta delle strutture. Nel complesso sono stati impiegati 250 chilogrammi di esplosivo suddiviso in microcariche temporizzate posizionate alla base delle cinque pile del viadotto e programmate per esplodere a poche frazioni di secondo l`una dall`altra. Per consentire la demolizione della carreggiata in direzione Catania del viadotto Himera in piena sicurezza e senza recare danno al viadotto adiacente in direzione Palermo, i tecnici dell`Anas insieme all`impresa Mazzei affidataria dell`appalto, leader nel settore delle demolizioni controllate, hanno progettato e realizzato un complesso sistema ingegneristico, senza precedenti a livello nazionale, per allontanare i circa 200 metri di viadotto interessato dalla demolizione. Le operazioni di spostamento/raddrizzamento tramite tiraggio del viadotto, durate 48 ore, sono cominciate sabato 19 dicembre alle ore 11.30. Alle ore 14.30 di lunedì 21 il viadotto era stato spostato di oltre 75 cm, in serata la distanza complessiva raggiunta era di oltre un metro. Il sistema di trazione è stato articolato su 3 blocchi di tiro principali (più due di sicurezza) ciascuno ancorato al suolo tramite fondazioni con 9 pali di grosso diametro posizionate ad una profondità di 33 metri. I tre blocchi di tiro principali sono stati calcolati per poter esercitare, in condizioni di assoluta sicurezza e con l`ausilio di un sistema di controllo elettronico continuo delle forze in gioco, il tiro di una massa di 1.200 tonnellate. Ai blocchi di tiro è stata collegata una struttura reticolare di funi multitrefolo (speciali cavi d`acciaio) che nel complesso sviluppano una lunghezza di 19 mila metri. L`intera struttura reticolare è stata a sua volta agganciata catene di grosse dimensioni, di oltre 30 tonnellate di peso, con le quali è stato imbracato il viadotto in corrispondenza dei 5 pulvini e delle travi. La demolizione odierna lascia lo spazio per la realizzazione del nuovo tratto di viadotto che sarà in acciaio, con tre campate di grande luce per uno sviluppo complessivo di 270 metri. La campata centrale di luce 130 metri consentirà di scavalcare tutta la parte centrale del corpo di frana, mentre le due pile e le relative fondazioni, posizionate ai margini della frana, saranno dimensionate per resistere al complesso quadro geomorfologico esistente sui versanti. Il progetto esecutivo sarà ultimato entro il giugno 2016 per il successivo appalto dei lavori, della durata di 18 mesi. Entro la primavera del 2018 il tratto autostradale sarà nuovamente disponibile a due corsie per senso di marcia, senza interruzioni.  Ecco i video Qui le foto della demolizione

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
21 dic 2015

Autostrada Palermo – Catania, domani chiusa in entrambe le direzioni: le deviazioni

di Roberto Lentini

Anas comunica che martedì 22 dicembre dalle ore 9:00 alle ore 18:00 sull`autostrada A19 `Palermo-Catania` sarà chiuso al transito in entrambe le direzioni il tratto compreso tra gli svincoli di Scillato (km 56,8) e Tremonzelli (km 73) nel palermitano. La chiusura, concordata con la Prefettura di Palermo, si è resa necessaria per consentire, in piena sicurezza, la demolizione di alcuni elementi del Viadotto Himera. Per i veicoli in direzione Catania è prevista l`uscita obbligatoria allo svincolo di Scillato, per quelli in direzione Catania è prevista l`uscita obbligatoria allo svincolo di Tremonzelli. La chiusura al transito riguarderà anche la nuova bretella di collegamento al Viadotto Himera realizzata sulla strada provinciale 24. Sono previsti percorsi alternativi sulla strada statale 643 `di Polizzi` per i veicoli leggeri, mentre al traffico pesante con lunghe percorrenze è consigliata l`immissione sull`autostrada A20 `Palermo-Messina` in direzione Messina e successivamente l`A18 `Messina-Catania` in direzione Catania e viceversa per le percorrenze in senso opposto. Anas raccomanda prudenza nella guida e ricorda che l`evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile sul sito web www.stradeanas.it oppure su tutti gli smartphone e i tablet, grazie all`applicazione `VAI Anas Plus`, disponibile gratuitamente in `App store` e in `Play store`. Gli automobilisti hanno poi a disposizione il numero 841-148 `Pronto Anas` per informazioni sull`intera rete Anas.

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
21 dic 2015

VIDEO | I 120 anni di Circumetnea e i nuovi treni Vulcano

di Amedeo Paladino

La storica ferrovia ha festeggiato i 120 anni di esercizio presentando ai cittadini e alle autorità i nuovi arrivati, ovvero i tre nuovissimi treni DMU “Vulcano” arrivati nei giorni scorsi dalla Polonia, costruiti dalla Newag, così come già ampiamente documentato da catania.mobilita.org nelle scorse settimane. Il quarto treno, l’ultimo di questa commessa, arriverà entro le prime settimane del nuovo anno. Ecco il video della giornata di sabato, in questo articolo le foto scattate all'interno di Vulcano e alcune novità riguardanti i futuri scenari di FCE.

Leggi tutto    Commenti 0