Articolo
04 feb 2016

Festa di Sant’Agata: come raggiungerla in metropolitana

di Amedeo Paladino

La Ferrovia Circumetnea ha reso gratuito il servizio della metropolitana nelle giornate del 4 e 5 febbraio per raggiungere il centro storico in occasione dei festeggiamenti in onore di Sant’Agata. I nostri consigli per raggiungere il percorso agatino in metropolitana. [nella foto in evidenza la mappa del percorso Agatino dei giorni 4 e 5 febbraio, fonte girosicilia.it] In occasione delle festività di Sant’Agata, il servizio della metropolitana sarà gratuito per tutti i passeggeri, nelle giornate di giovedì 4 e venerdì 5 febbraio; venerdì 5, inoltre, il servizio sarà esteso fino alla mezzanotte. Si ricorda che i treni hanno una frequenza di 15 minuti in entrambi i sensi per l’intero orario di servizio e che le prime partenze hanno luogo alle ore 7:05 (dalla stazione Borgo) e alle ore 7:20 (dalla stazione Porto), mentre le ultime partenze hanno luogo alle ore 20:20 (dalla stazione Borgo) e alle ore 20:35 (dalla stazione Porto). Solo per la giornata di venerdì 5 febbraio le ultime partenze avranno luogo alle ore 23:35 (dalla stazione Borgo) e alle ore 23:50 (dalla stazione Porto). L’attuale percorso è così articolato, da nord verso sud: Borgo Giuffrida Italia Galatea Stazione Centrale FS Porto Le stazioni della metropolitana evidenziate rosso sono collocate lungo il percorso agatino o nelle immediate vicinanze. La stazione PORTO è situata in via Dusmet, accanto all'ingresso principale del porto. Il fercolo di Sant'Agata transiterà da qui nella mattina di giorno 4; inoltre, data la vicinanza con piazza Duomo, anche chi vorrà seguire l'uscita del fercolo dalla Cattedrale alle ore 17 del 5 febbraio potrà utilizzare questa stazione. La STAZIONE CENTRALE FS è collocata a pochi metri dal percorso Agatino: il fercolo infatti transiterà da qui durante la mattina del 4 febbraio. Le stazioni ITALIA e GALATEA si trovano a poca distanza da viale Libertà e da piazza Iolanda da dove il fercolo transiterà intorno all'ora di pranzo del 4 febbraio. Per chi proviene dalla zona nord di Catania consigliamo l'utilizzo della linea BRT dell'AMT che scambia con la metropolitana in via Etnea alta, proprio di fronte la stazione BORGO. Per chi proviene dalla zona sud di Catania consigliamo di parcheggiare la macchina al parcheggio Fontanarossa e di qui proseguire con il Librino Express che vi lascia in piazza Borsellino. Vi ricordiamo inoltre che nelle giornate del 4 e 5 febbraio i servizi di AMT  e le autolinee FCE subiranno delle variazioni di percorso che potete consultare attraverso questo link.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
03 feb 2016

Controlli autovelox per il rispetto dei limiti di velocità, i presidî di Febbraio

di Mobilita Catania

La direzione del Corpo di Polizia Municipale informa di aver disposto presidî mobili di controllo con l’uso di Autovelox in vari siti della città, come previsto dal decr. pref. 45/2006 e successive integrazioni, per garantire la sicurezza della circolazione dei veicoli e dei pedoni attraverso il rispetto dei limiti di velocità. Inoltre dal mese di novembre è attivo il sistema di rilievo di infrazioni al codice della strada (soste irregolari) nelle strade del territorio comunale, con apparecchiatura “Street Control”, al fine di migliorare la circolazione e la tutela della sicurezza urbana; al seguente articolo potete consultare  l’elenco delle zone e degli itinerari che saranno periodicamente oggetto di controllo - Street Control: l’elenco delle strade in cui transiterà. I viali Lorenzo Bolano, Felice Fontana, Ruggero di Lauria, Odorico da Pordenone e via Don Minzoni sono quotidianamente presidiati da pattuglie di vigili urbani con turni che ricoprono l’intero arco della giornata. Ecco il calendario di febbraio dei controlli autovelox:     Viale Artale Alagona (giorno  2 - 3 - 10 - 17 - 22 - 25)     Viale Lorenzo Bolano (giorno  2 - 3 - 5 - 6 - 7 - 9 - 10 - 12 - 13 - 14 - 15 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 23 - 24 - 26 - 27 - 28)     Via Don Minzoni (giorno  4 - 11 - 18 - 25) Viale Ruggero di Lauria (giorno  4 - 5 - 8 - 11 - 16 - 19 - 23 - 26) Viale Felice Fontana (giorno  1 - 9 - 12 - 16 - 24 - 29)

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
03 feb 2016

FOTO | Dubbi sulla collocazione delle bancarelle dei torronai e dei dolciumi

di Mobilita Catania

Le concessione degli spazi ai torronai e ai venditori di dolciumi è una delle questioni più annose della festa di Sant'Agata: le bancarelle nonostante siano autorizzate occupano marciapiedi, strisce pedonali e fermate degli autobus | FOTO Tutto pronto in città per onorare Sant'Agata: luminarie accese, candelore in giro per le strade, persino metal dector all'ingresso della Cattedrale. Tra sacro e profano i cittadini sono in fermento in attesa di accogliere la patrona. Migliaia di catanesi affollerano il percorso Agatino, ordine e sicurezza sono quindi gli aspetti più delicati da garantire per lo svolgimento della festa. Una delle questioni più annose è stata quella delle concessioni degli spazi ai torronai e ai venditori di dolciumi. L'Amministrazione comunale ha ribadito il "no" all'installazione temporanea delle bancarelle in piazza Università, predisponendo insieme alla Protezione Civile dei luoghi alternativi nelle strade adiacenti e limitrofe; da quest'anno inoltre è fatto divieto l'utililizzo di bombole gpl per la preparazione degli alimenti. La vendita dei dolciumi tipici rappresenta una tradizione da preservare e indubbiamente un'opportunità  per i commercianti; tuttavia non possiamo esimerci dall'esprimere alcune perplessità riguardo le modalità con cui le postazioni mobili sono state installate. Sono regolarmente autorizzate le bancarelle posizionate agli angoli dei Quattro Canti- l'ordinanza prescrive ai commercianti delle due installate all'inizio della salita la rimozione prima del passaggio del Fercolo- inoltre sono regolari anche quelle antistanti la villa Bellini e sotto la statua di Garibaldi, come anche le postazioni in piazza Cavour. Ciononostante la collocazione è oggettivamente invasiva in tutti questi casi sopracitati, come dimostrano chiaramente le foto. Marciapiedi e strisce pedonali risultano totalmente occupati, nonostante il Codice della Strada prescriva: nei centri abitati  l'occupazione di marciapiedi da parte di chioschi, edicole od altre installazioni può essere consentita fino ad un massimo della metà della loro larghezza, purché in adiacenza ai fabbricati e sempre che rimanga libera una zona per la circolazione dei pedoni larga non meno di 2 metri. Le occupazioni non possono comunque ricadere all'interno dei triangoli di visibilità delle intersezioni. Art. 20. Occupazione della sede stradale. Chi si muove a piedi è quindi costretto a condividere la carreggiata con i veicoli; addirittura in piazza Cavour le postazioni sono state installate sulle fermate degli autobus, con il risultato che i dolciumi si impregneranno dei gas di scarico degli autobus. Capitolo a parte il decoro: l'ordinanza comunale non prescrive omogeneità di colori delle bancarelle, inoltre la collazione di una postazione sotto la statua di Garibaldi è quantomeno inopportuna. I problemi di ordine e decoro potrebbero essere arginati con un regolamento apposito che prescriva degli stand omogenei, inoltre la concessione degli spazi non dovrebbe nemmeno interferire con la mobilità pedonale. Ma per far ciò occorre tanta volontà.            

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
03 feb 2016

Festeggiamenti Agatini: le variazioni di percorso AMT ed FCE

di Mobilita Catania

In occasione dei festeggiamenti Agatini AMT (Azienda Metropolitana Trasporti) comunica che nei giorni 3, 4 e 5 febbraio il servizio subirà delle variazioni di percorso. mercoledi 3 febbraio 2016 - chiusura tratto di via Etnea tra piazza Duomo e piazza Stesicoro: consultabili a questo link le variazioni delle singole linee; giovedi 4 febbraio 2016, ore antimeridiane - chiusura piazza Duomo, via Dusmet e via VI Aprile: consultabili a questo link le variazioni delle singole linee; giovedi 4 febbraio 2016, dalle ore 16 - chiusura di via Plebiscito e piazza Palestro: consultabili a questo link le variazioni delle singole linee; venerdi 5 febbraio 2016, dalle ore 14 - chiusura di via Etnea tra piazza Duomo e piazza Cavour: consultabili a questo link le variazioni delle singole linee. La linea BRT1 mercoledi 3 febbraio non giungerà in piazza Stesicoro, ma devierà per viale Regina Margherita per proseguire regolarmente; venerdi 5 la linea da via Passo Gravina prosegue per via Filocomo, via Eleonora D'Angiò, via Milo, via Cesare Beccaria, via Cifali, piazza Santa Maria di Gesù, viale Regina Margherita, piazza Roma, via Sant'Euplio, per poi proseguire regolarmente. Anche il servizio autolinee della Ferrovia Circumetnea subità delle variazioni giovedi 4 febbraio: da inizio esercizio e fino alle ore 15.00, tutte le corse in arrivo ed in partenza da Catania effettueranno capolinea in corrispondenza del Piazzale Rocco Chinnici (Ciminiere); l' orario di partenza dal P.zzale Rocco Chinnici, delle corse dirette a Misterbianco - Piano Tavola -Paternò - Adrano e Randazzo, è posticipato di cinque minuti rispetto al vigente orario di partenza da Catania Porto. Nella giornata in questione, tutte le corse Lineri -Catania e viceversa transiteranno dal Viale M. Rapisardi, con capolinea P.zzale Rocco Chinnici. Ricordiamo inoltre che in occasione dei festeggiamenti Agatini la direzione di Ferrovia Circumetnea ha predisposto un potenziamento del servizio della metropolitana nelle giornate di giovedì 4 e venerdì 5 febbraio, nella giornata di venerdì 5 inoltre il servizio sarà prolungato fino alla mezzanotte. In entrambi i giorni la metropolitana sarà gratuita; maggiori dettagli in questo articolo.    

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
02 feb 2016

Cannizzaro, un nuovo polo di interscambio per rilanciare la stazione

di Roberto Lentini

Dal 13 dicembre 2015 è attiva la fermata di Cannizzaro, servita da Trenitalia con la fermata di numerosi treni regionali. Ma in questo mese e mezzo di apertura la stazione è stata  scarsamente utilizzata dai cittadini: i motivi sono molteplici, a cominciare dalla mancanza di collegamento con Aci Castello, con l’Ospedale Cannizzaro e con le altre frazioni adiacenti, dalla mancanza di un biglietto integrato con altri mezzi (il costo del biglietto in tariffa urbana è di 1,70 euro, valido per corsa semplice) e dal fatto che il passante ferroviario non è ancora a regime non essendo ancora state aperte le stazioni di Catania Ognina (nuova, in sostituzione dell'attuale che è sita in posizione infelice), Catania Picanello e Catania Europa. Proprio nei giorni scorsi il sindaco di Acicastello Filippo Drago ha inviato al Dipartimento Regionale delle infrastrutture, della mobilità e dei trasporti della Regione Siciliana, una richiesta  per la creazione di un polo di interscambio nel parcheggio della stazione, che possa servire a coniugare il servizio su ferro e quello su gomma. Ha infatti chiesto la possibilità di istituire una fermata proprio accanto alla stazione di Cannizzaro, per le linee Ast che percorrono la statale 114. Gli autobus dell'Azienda Siciliana Trasporti, provenienti da Acireale, potrebbero deviare su Cannizzaro, immettersi sulla via Napoli e fare una fermata nel parcheggio della stazione e proseguire poi per il centro di Cannizzaro attraverso la via Firenze. Lo stesso dicasi per il trasporto urbano dell’Amt. La linea ipotizzata per la stazione Cannizzaro potrebbe essere la  244 che entrerebbe a Cannizzaro dalla via Mollica e da qui al parcheggio della stazione. Nel corso di quest'anno dovrebbero inoltre essere aperte le nuove stazioni di Ognina, Picanello e Europa, anche se il condizionale è d'obbligo a causa della prolungata assenza di conferma da parte di Rfi. Tali stazioni, insieme con il potenziamento di quelle già esistenti di Acquicella e Bicocca, avranno un ruolo fondamentale per il rilancio non solo della stazione Cannizzaro ma, più in generale, della mobilità di tutta la fascia costiera urbana e suburbana. Si potrà avere, infatti, una nuova tratta metropolitana composta inizialmente da sette stazioni: Cannizzaro  Ognina Picanello Europa Stazione C.le Acquicella Bicocca [foto in evidenza Comitato Pendolari Siciliani]

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
02 feb 2016

Pista ciclabile sul lungomare, inaugurazione a maggio

di Andrea Tartaglia

Più di due nuovi chilometri di pista ciclabile collegheranno piazza Europa a piazza Mancini Battaglia sul lungomare etneo. «Un segnale concreto per una città che guarda alla bicicletta come a un passo in avanti compiuto verso una mobilità sostenibile», queste le parole del primo cittadino Si è svolta ieri mattina a Catania, in piazza Nettuno (e non in piazza Leonardo Sciascia come inizialmente annunciato), la breve cerimonia simbolica di inaugurazione del cantiere per la realizzazione della pista ciclabile sul lungomare cittadino. Queste le parole del sindaco Enzo Bianco: «Dal primo maggio i catanesi e i turisti potranno venire qui in bicicletta per percorrere, nei due sensi, il tragitto tra piazza Europa e piazza Mancini Battaglia, due chilometri di una stupenda passeggiata in una condizione di sicurezza, protetti da un cordolo e su una pista realizzata con tutte le tecniche migliori» Il sindaco, insieme con l'assessore alla Mobilità Rosario D'Agata, il comandante della Polizia Municipale Pietro Belfiore e il geom. Rosario Marino degli Interventi speciali, ha definito la consegna dei lavori per la realizzazione della pista ciclabile del Lungomare di Catania. I lavori per la realizzazione della pista, dal costo di 168.000 euro, sono stati appaltati alla ditta Betel Costruzioni srl di Belpasso con la direzione dei lavori del geom. Carmelo Martelli e su progetto del geom. Sebastiano Scaccianoce. L'intervento prevede la creazione di una pista ciclabile, lato mare, per una lunghezza complessiva di 2.200 metri, tra piazza Europa e piazza Mancini Battaglia, a due sensi di circolazione, con un percorso dalle superfici regolari, senza le asperità dovute alle botole dei sottoservizi per garantire la massima sicurezza ai ciclisti e separata dalla carreggiata destinata al traffico dei mezzi a motore attraverso un cordolo rigido a sezione trapezoidale. Inizialmente si procederà con la scarifica del manto d'asfalto esistente per due centimetri, quindi verrà apposta una nuova pavimentazione flessibile dello spessore di cinque centimetri che sarà soggetta a verniciatura con colori antiscivolo. Saranno contemporaneamente realizzate le rampe per i diversamente abili in corrispondenza di tutti gli attraversamenti pedonali. «Questo - ha detto Bianco - è uno dei Lungomare più belli d'Europa ed è davvero un peccato che venga utilizzato per passeggiarci prevalentemente con l'automobile. Abbiamo fatto questa splendida esperienza del Lungomare Liberato per una domenica al mese e qualche volta anche di più [il prossimo sarà domenica 7 febbraio dalle 10 alle 18, ndr]; oggi passiamo a un progetto concreto e già prepariamo il collegamento con AciCastello perché vogliamo offrire anche ai turisti la possibilità di una passeggiata in bicicletta in questa straordinaria litoranea che sarà presto dotata anche di una pista di running che ci sarà donata dalla Federazione Nazionale Atletica Leggera. Il Comune, poi, realizzerà lavori di manutenzione straordinaria per far tornare a vivere pienamente questo Lungomare così bello». Rispondendo alle domande dei giornalisti, Bianco ha parlato anche di parcheggi: «Poiché - ha detto - siamo molto attenti alle esigenze dei commercianti della zona, stiamo lavorando per recuperare qui attorno i 190 posti auto al posto dei quali realizzeremo la pista. Inoltre - ha aggiunto - così come già fatto con qualcuno, daremo l'autorizzazione a tutti gli esercenti che ne faranno richiesta a sistemare gratuitamente sullo spazio pubblico delle rastrelliere, per dare la possibilità di lasciare la bicicletta e sedersi per prendere una granita o un arancino. E ai ristoratori inoltre siamo pronti a concedere, davanti al loro esercizio, due posti per sistemare punti di ricarica per le auto elettriche». Nessun riferimento, per il momento, al tratto di pista ciclabile previsto a sud del porto per collegare lo scalo marittimo alla pista esistente in viale Presidente Kennedy. Per il Lungomare, invece, data di inaugurazione già messa in agenda: l'appuntamento è per il primo maggio.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 feb 2016

Sant’Agata, metropolitana gratuita e servizio serale

di Amedeo Paladino

La Ferrovia Circumetnea ha risposto positivamente alla richiesta di Mobilita Catania di potenziare il servizio della metropolitana per raggiungere il centro storico in occasione dei festeggiamenti in onore di Sant'Agata. In occasione delle festività di Sant'Agata, il servizio della metropolitana sarà gratuito per tutti i passeggeri, nelle giornate di giovedì 4 e venerdì 5 febbraio. Venerdì 5 inoltre il servizio sarà prolungato fino alla mezzanotte. Si ricorda che i treni hanno una frequenza di 15 minuti in entrambi i sensi per l'intero orario di servizio e che le prime partenze hanno luogo alle ore 7:05 (dalla stazione Borgo) e alle ore 7:20 (dalla stazione Porto), mentre le ultime partenze hanno luogo alle ore 20:20 (dalla stazione Borgo) e alle ore 20:35 (dalla stazione Porto). Solo per la giornata di venerdì 5 febbraio le ultime partenze avranno luogo alle ore 23:35 (dalla stazione Borgo) e alle ore 23:50 (dalla stazione Porto).

Leggi tutto    Commenti 0