Segnalazione
22 giu 2015

Svincolo dei Due Obelischi al buio

di ct64

Tutto il lato ovest dello svincolo dei Due Obelischi è al buio da almeno una settimana (non saprei se da prima ancora, perché da tempo non ci passavo). Già la tangenziale e gli altri raccordi urbani sono al buio da anni e non sembra esserci rimedio. Se ora si comincia anche con le strade urbane, andiamo bene.

Leggi tutto    Commenti 0    Proposte 0
Segnalazione
12 giu 2015

Ingresso della Cittadella Universitaria chiuso di notte, grave disservizio per ciclisti e pedoni

di Alessio Marchetti

Da molti anni l'ingresso pedonale della cittadella in Viale Andea Doria (circonvallazione) viene chiuso la sera: ciò rende la cittadella difficilmente raggiungibile per pedoni e ciclisti in quanto si è costretti ad utilizzare l'ingresso di Via Santa Sofia (lungo una salita), obbligando a percorrere ed attraversare la circonvallazione. Ieri, ad esempio, un gruppo di ciclisti di Ruote Libere è stato costretto ad attraversare la circonvallazione per raggiungere la festa di Fisica, a causa dell'ingresso pedonale di viale Andrea Doria sbarrato. Al ritorno il gruppo di ciclisti ha dovuto attraversare il torna-indietro della circonvallazione in cui si è rischiato anche l'incidente! Tutti questi problemi e pericoli si risolverebbero lasciando aperto il cancello pedonale di via Santa Sofia, permettendo a ciclisti e pedoni di poter raggiungere comodamente la cittadella attraversando la circonvallazione usufruendo del semaforo a chiamata pedonale di fronte. Forse molti non sanno che dentro la cittadella risiedono moltissimi studenti e sicuramente avere l'accesso aperto anche di notte sarebbe una grande comodità e darebbe un contributo alla mobilità sostenibile ed alla sicurezza di chi sceglie di muoversi senza inquinare. Speriamo che questo disservizio venga presto risolto. Un disagio è causato anche dal sottopasso di viale Alexander Fleming, in cui non è stato previsto uno sbocco pedonale dentro la cittadella. Con quest'accorgimento sarebbe stata collegata in modo più sicuro e pratico con il centro della città.

Leggi tutto    Commenti 0    Proposte 0
Segnalazione
05 giu 2015

Auto parcheggiate in divieto sul Lungomare di Catania

di Giusy Pecorino

Vi inoltro questa segnalazione per denunciare l'occupazione illegittima da parte delle auto di uno spazio che spetta ai mezzi a due ruote presso il lungomare di Catania. È possibile riscontrare questa situazione quotidianamente, anche in presenza dei vigili urbani che operano per bloccare l'ingresso alle auto nella via che conduce a San Giovanni li cuti.  

Leggi tutto    Commenti 0    Proposte 0
Segnalazione
04 giu 2015

Grave aggressione in centro per rubare una bici. Sottratta una Brompton Nera.

di Mobilita Catania

Ieri sera alle ore 20.30 Stefano Mortellaro, cittadino catanese,  è stato aggredito in pieno centro (Piazza San Placido) e derubato della propria bici! L'aggressione è stata compiuta da 4 persone, gli è stata sottratta una bici Brompton pieghevole nera, a Catania se ne vedono poche. Sono in corso le indagini della Polizia; un episodio del genere in centro probabilmente non era mai successo! Incredibile come si possa pensare di rubare in questo modo al tramonto in pieno centro storico con tutte le telecamere presenti! Qui la testimonianza di Stefano: "Mi hanno aggredito da dietro, mentre camminavo con la mia bici al fianco e con il cellulare in mano. Un tizio mi ha preso alle spalle per la testa e un altro più in basso, colto di sorpresa non capivo cosa stesse succedendo finché non mi sono potuto girare, vedendo i 4 tizi che correvano già via, uno di loro in sella alla mia bici. Ragazzini (ventenni?) che non rubavano certo per fame. Inizialmente pensavo che mi avessero "trattato bene", poi, considerato che, nonostante camminassi a piedi e non avessi fatto una grande resistenza, mi sono ritrovato parecchi acciacchi: jeans strappati, ginocchio e polso con escoriazioni, dolore al collo per come lo hanno stretto. Ho fatto la denuncia, oggi la integrerò comunicando alla polizia che, oltre a quella della banca, ci sono parecchie telecamere da dove i tizi sono passati. Più che per la bici, sono sconvolto dal senso di impunità che si deve avere, per non preoccuparsi di fare una rapina in più persone, alle 20.30 di sera, in pieno centro." Le Brompton sono bici costose e leggere, utili per l'intermodalità essendo estremamente compatte quando richiuse, Stefano la usava da 6 anni a Catania con grande soddisfazione. Ci auguriamo tanto che siano trovati gli aggressori e che Stefano possa ritornare a pedalare nella sua amata bici pieghevole. Vi invitiamo a denunciare sempre i furti; su facebook è attivo un gruppo per segnalare la sottrazione della propria bici.

Leggi tutto    Commenti 0    Proposte 0
Segnalazione
04 giu 2015

Piazza Viceré occupata da anni dalle giostre

di flash

Piazza Viceré è uno spazio pubblico molto frequentato da tutta la cittadinanza, oltre che un capolavoro di architettura; si presta ad eventi e attività sportive, ed è amato dalle famiglie che portano i bimbi a giocare con la bici, i pattini. Anche i ragazzi e gli adulti si ritrovano in questo posto per chiacchierare o fare sport, è un luogo frequentato anche professionisti del pattinaggio e di molti sport. Questa piazza è occupata da anni dalle strutture delle giostre, che nel tempo hanno occupato sempre più spazio: camion senza assicurazione, rimorchi, teli strappati, e grandi strutture in ferro e legno deturpano l'armonia di un luogo pubblico pagato da tutti noi. Le strutture sono sempre chiuse, aprono ogni tanto, ma quotidianamente impediscono di fruire la piazza nella sua interezza e funzionalità. La piazza ha una forma concava, e occupandone una parte si ottiene uno spazio pieno di ostacoli pericolosi e non fruibile Anche percorrere il perimetro è pericoloso e complicato, visto che le strutture lasciano un passaggio di circa un metro. Le giostre sono aperte solo la domenica, ma il resto della settimana la piazza rimane occupata dalle strutture dei giostrai. Qualche anno fa un ragazzo di 13 anni è morto per un incidente con queste strutture, ma tutto è rimasto com'era prima. Gabriele è morto perché è andato a giocare su un gonfiabile non recintato, il gonfiabile è ancora lì insieme a strutture in ferro incustodite e non recintate, pericolose per tutti noi e per i bambini e ragazzi. Non so se tutte le strutture della giostra sono autorizzate, se pagano il suolo pubblico, se possono mantenere attivo un sistema di videosorveglianza in un luogo pubblico, infine se i furgoni e i camion sono assicurati. È regolare l'occupazione della piazza? Chi ha rilasciato le concessioni per occupare gran parte della piazza? Occorre liberare la piazza da queste strutture orrende e pericolose e restituirla ai cittadini.    

Leggi tutto    Commenti 2    Proposte 0
Segnalazione
28 mag 2015

Grave incidente sfiorato alla Playa. Enormi viti sulla spiaggia

di Mobilita Catania

Ci arriva una segnalazione molto importante che pubblichiamo immediatamente. Alcuni ragazzi ieri sera hanno festeggiato un compleanno alla Playa nella spiaggia libera adiacente al lido dell'Esercito.  Mentre si trovavano in in spiaggia uno dei ragazzi ha notato improvvisamente a pochi centimetri un grandissimo chiodo in verticale che in caso d'impatto durante la caduta a terra avrebbe anche potuto perforare organi vitali mettendo a repentaglio anche la vita (foto in alto). Ci auguriamo che la Playa venga ripulita costantemente soprattutto di simili oggetti estremamente pericolosi che possono causare gravissimi incidenti (ci hanno segnalato anche la presenza di vetro). Qui altre foto scattate ieri dopo aver scampato una possibile tragedia. Forse la vite veniva da questa pedana in legno posizionata a pochi metri dalla battigia. Diversi i rifiuti presenti in spiaggia: I ragazzi ovviamente non hanno sporcato la spiaggia, ma l'hanno in parte ripulita per quanto possibile, invitiamo tutti a prelevare piccoli rifiuti presenti a terra soprattutto in luoghi naturali, basterebbero questi piccoli  gesti per tenere pulite le spiagge senza neanche bisogno che il comune debba spendere soldi (che sono i nostri) per farlo. Ricordiamo a tutti che potete fare le vostre segnalazioni direttamente utilizzando gli appositi strumenti del sito. Il contributo di tutti è fondamentale per il miglioramento della nostra amata città.

Leggi tutto    Commenti 0    Proposte 0
Segnalazione
26 mag 2015

Parcheggio selvaggio in viale Mario Rapisardi

di Mobilita Catania

Una nostra lettrice ci invia questa foto scattata ieri mattina riguardante un parcheggio che merita l'Oscar per l'inciviltà! La Smart bianca in sosta al Viale Mario Rapisardi, oltre ad essere in doppia fila, in prossimità di un incrocio e di un semaforo, era posizionata anche nel verso opposto al senso di marcia. Le auto che dovevano incolonnarsi per svoltare a destra erano impossibilitate a farlo, creando pericoli e serio intralcio alla circolazione. Il Viale Mario Rapisardi continua a essere una giungla, ci auguriamo interventi da parte dell'Amministrazione e della Polizia Municipale; proprio il Comando della Polizia Municipale ha annunciato la messa in opera entro quest'anno dello Street Control, un sistema che permetterà di multare le infrazioni tramite una telecamera e un software in grado di controllare in tempo reale anche assicurazione e bollo di tutti veicoli. Il sistema è stato testato nei mesi scorsi al Viale Mario Rapisardi, durante il test il 60 % dei veicoli, se il sistema fosse stato attivo, sarebbe stato multato. In questa importante arteria d'ingresso in città si prevede la realizzazione, di una corsia autobus-BRT; purtroppo finora il progetto non è mai diventato esecutivo e il viale Mario Rapisardi rimane in balìa del traffico anarchico, dell'abusivismo di molti ambulanti posizionati sulla carreggiata stradale e senza alcuna pista ciclabile. Ricordiamo che potete fare direttamente voi le vostre segnalazioni cliccando nel menù in alto su "partecipa" e poi su "segnala un problema" o cliccando direttamente qui.  

Leggi tutto    Commenti 0    Proposte 0