Articolo
14 lug 2015

Aci Trezza: ostaggio delle auto e senza un piano del traffico

di centrostudiacitrezza

Altra estate di caos ad Aci Trezza, paese facente parte del Comune di Aci Castello e dalle enormi potenzialità turistiche. Siamo a luglio inoltrato e anche quest'anno nessun piano del traffico è stato attuato con la conseguente, ormai solita per gli abitanti di Aci Trezza, congestione del centro storico che si verifica in diverse ore del giorno e soprattutto la sera, quando il paese viene assalito letteralmente da migliaia di mezzi motorizzati che invadono e bloccano ogni strada e via di fuga. Se è vero che vi è una carenza di parcheggi e quelli che sono presenti si trovano sul fronte mare è anche vero che alcune soluzioni potrebbero trovarsi facilmente, come l'utilizzo del vicino parcheggio di Capo Mulini una volta riempiti gli stalli di Aci Trezza e soprattutto il potenziamento delle isole pedonali, per scongiurare l'intasamento totale del paese ad oggi interessato da un tasso di inquinamento atmosferico ed acustico impressionante. Inoltre, come ogni estate, nel traffico trezzoto è già rimasta bloccata un'ambulanza con seri rischi d'incolumità fisica per chi ne aveva bisogno. Lungo le principali vie di Aci Trezza (ma anche di tutto il resto del territorio comunale) sono aumentati gli stalli blu, con una vertiginosa diminuzione di stalli dedicati ai residenti che si trovano nell'assurdità di dover cercare per ore un parcheggio, oltre ad essere vittime dell'immane traffico che prolunga anche di alcune ore il rientro in paese. Come se non bastasse i pochi mezzi pubblici a disposizione sono stati ridotti al lumicino e per mancanza di controlli lungo il loro percorso restano bloccati dalle auto parcheggiate nei divieti di sosta portando ritardi e causando disagi a quanti hanno deciso di lasciare l'auto a casa, disincentivando così l'utilizzo del bus urbano. Controlli quasi inesistenti anche nelle strade di Aci Trezza, dove diversi mezzi sostano impunemente sui marciapiedi o davanti le discese dei disabili. Delle piste ciclabili promesse durante una manifestazione alla quale hanno preso parte il Sindaco Filippo Drago ed il Vice Sindaco Ignazia Carbone (che possiede anche la delega all'urbanistica) del Comune di Aci Castello neanche l'ombra. Il problema fondamentale è che si continua a navigare a vista, senza un piano generale di mobilità studiato e proposto nei giusti tempi, creando enormi disagi sia ai cittadini che ai commercianti di Aci Trezza, senza contare anche i visitatori ed i turisti  non riescono ad accedere ad Aci Trezza per la mancanza di una valida alternativa al caos che continua ad imperversare lungo le strade del paese verghiano.

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
13 lug 2015

Dopo le assunzioni AMT, scambiatore Fontanarossa e Librino Express: verso la svolta?

di Roberto Lentini

Il sindaco di Catania, Enzo Bianco, ha annunciato l’assunzione di 20 nuovi autisti per l’Azienda Metropolitana Trasporti e la prossima attivazione della nuova linea Librino Express. È stato annunciata dal primo cittadino anche l'entrata in servizio del  parcheggio scambiatore di Fontanarossa, nodo fondamentale per la mobilità catanese: esso intercetterà, infatti, un grande bacino d’utenza nella zona sud di Catania, grazie alla vicinanza con la tangenziale e con l'asse dei servizi. In futuro sarà raggiunto anche dal passante ferroviario che collegherà il centro alla stazione ferroviaria di Fontanarossa. Il Librino Express collegherà il popoloso quartiere di Librino con il centro di Catania, percorrendo l’asse dei servizi e passando all'interno del porto attraverso specifici varchi. Per tale servizio si dovrebbero utilizzare i nuovi autobus Breda Menarini, simili a quelli impiegati per l’Alibus. Speriamo sia una piccola svolta per il trasporto pubblico catanese. In quest'ultimo anno infatti il feeling tra i cittadini e l' AMT sembra essersi incrinato dopo il grande successo del BRT: il servizio Alibus ha subito critiche da molte parti per l'eccessivo costo del biglietto e il primo esperimento Movidabus arenatosi dopo qualche settimana, dovrebbe essere a breve ripreso, dopo una sua rimodulazione.

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
13 lug 2015

Chiosco della musica alla Villa Bellini: al via i lavori di restauro

di Alessio Marchetti

Dopo numerose segnalazioni da parte dei cittadini, sono finalmente iniziati i lavori per la sistemazione del chiosco della musica alla Villa Bellini inagibile da oltre un anno, che attualmente versa in uno stato di degrado e pericolo. La cifra stanziata dall'Amministrazione è di 20 mila euro per ripavimentare il chiostro della musica che domina la collina sud della Villa Bellini. I lavori sono cominciati con lo smontaggio delle assi di legno che compongono la pavimentazione. Purtroppo la nuova pavimentazione dei viali del Giardino, realizzata con granulato di Siracusa, per alcuni cittadini incivili e imbecilli si era trasformata in uno strumento per colpire e rompere i lampadari di vetro per l'illuminazione del chiosco, infatti quasi tutte le bocce di vetro dei punti luci sono rotte. Questo tipo di finitura dei vialetti utilizzata per il  restauro della Villa Bellini era già stata da molti criticata perché renderebbe meno agevole la fruizione di alcune zone del Giardino. Ci auguriamo che i lavori  possano terminare nel più breve tempo possibile per restituire il chiosco della musica ai cittadini.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 lug 2015

Domani Lungomare Liberato: le iniziative ed il solarium finalmente aperto

di Mobilita Catania

Eccoci giunti alla prima edizione di Luglio del Lungomare Liberato! Si terrà domani 12 luglio dalle ore 17 alle ore 22. La strada del lungomare, da piazza Europa a Piazza Mancini Battaglia, diventerà nuovamente una grande isola pedonale e ciclabile dove poter far divertire grandi e bambini.Saranno presenti come sempre molte associazioni e tanti cittadini che hanno contribuito ad animare e rendere vivo il Lungomare Liberato. Per rimanere informati riguardo tutti gli eventi di domani clicca sull'evento facebook. Oggi i solarium di piazza Europa e la piattaforma per disabili di San Giovanni li Cuti saranno finalmente inaugurati; l’apertura ufficiale della piattaforma di piazza Europa era prevista inizialmente il 30 giugno. La struttura del solarium con i suoi 1.800 mq di superficie sarà capace di accogliere un migliaio di bagnanti, sarà fornita di docce, bagni e un bar e 4 scalette per l’accesso in mare. A San Giovanni li Cuti  il mega solarium in costruzione è quasi completo, si dovrà attendere ancora qualche giorno; questo solarium sarà gestito da un’associazione di volontariato che si occupa di bambini con disabilità;  la passerella per disabili entrerà in funzione domani. Sarà la prima domenica senz'auto con il mare finalmente accessibile!

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 lug 2015

Interporto: il nodo di interscambio merci verso l’inaugurazione

di Roberto Lentini

Martedi 14 luglio alle ore 11:00 l’Interporto di Catania verrà inaugurato alla presenza del presidente della Società Interporti Siciliani, Alessandro Albanese, l'assessore regionale alle Infrastrutture, Giovanni Pizzo, il sindaco, Enzo Bianco, e il presidente dell'Autorità Portuale di Catania, Cosimo Indaco. Si tratta di un centro di trasporto ed interscambio delle merci dotato di impianti capaci di integrare il trasporto ferroviario e quello su gomma. Occupa un’area complessiva di 212.000 metri quadrati, divisa in 166.000 mq destinati al Polo Logistico e 46.000 mq destinati all’area di sosta. L’interporto è connesso con la Tangenziale di Catania che garantisce il collegamento con la rete stradale e autostradale, con il Porto di Catania e con l’Aeroporto di Fontanarossa. Consula la sezione "Opere": Interporto di Catania

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
10 lug 2015

Catania-Palermo: parere favorevole per la trazzera 5stelle

di Roberto Lentini

Il provveditorato delle opere pubbliche interregionale, in base all’art. 3 del D.M. n.6792 del 05/11/2001, ha dato parere favorevole all’utilizzo della trazzera di Caltavuturo, finanziata dal M5S a condizione che venga posto il limite massimo di velocità di 20 km/h, venga attuato il senso unico alternato, venga realizzato il guardrail e si allarghino alcune curve ritenute troppo strette. Il sindaco di Caltavuturo, Domenico Giannopolo ha appreso la notizia con soddisfazione: "Per noi è una conquista, monitoreremo la strada e prenderemo delle decisioni, un'ipotesi è quella di chiudere la strada per mezza giornata o renderla percorribile soltanto in un senso in certe fasce orarie". Queste limitazioni aumenteranno di molto il tempo di percorrenza della trazzera che inizialmente era stimato in 25 minuti. Sul versante viadotto Himera intanto il M5S denuncia una speculazione sui terreni da espropriare, che sempre secondo il Movimento 5 Stelle, apparterrebbero a Tullio Giuffrè, ex assessore della giunta Orlando. I terreni, che avrebbero un valore di circa poche migliaia di euro, sono stati stimati  in 236mila euro.  

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
10 lug 2015

Inquinamento oltre i limiti: il Comune vieta la circolazione, ma i dati non sono più accessibili

di Alessio Marchetti

Da quasi un mese, esattamente da giorno 12 Giugno, i dati relativi alla qualità dell'aria non sono più accessibili dal sito del Comune di Catania, questo rende impossibile controllare l'efficacia del provvedimento anti inquinamento adottato dal comune di Catania in vigore dal primo Luglio e soprattutto non permette di capire quanto sia inquinata e cancerogena l'aria che stiamo respirando in questi giorni. Solo qualche anno fa le stazioni di rilevamento in centro attive erano numerose, poi si è assistito ad un triste declino, culminato proprio adesso, in cui è scattata l'ordinanza per vietare in centro i veicoli a diesel euro 0 ed 1, provvedimento obbligato proprio causa dell'eccessivo inquinamento dal pericoloso e cancerogeno biossido di azoto rilevato proprio da queste centraline. Qui in basso potete vedere le stazioni di rilevamento attive nel 2002 e  la situazione del 7 Luglio 2015. Ci auguriamo che la stazione di monitoraggio della qualità dell'aria collocata tra il corso Italia e viale Vittorio Veneto che nel 2014 ha registrato valori del 50% superiori ai limiti imposti dalla legge e dalle direttive europee, ritorni a trasmettere nuovamente i dati in modo tale da poter verificare se la restrizione di circolazione ha sortito gli effetti sperati.

Leggi tutto    Commenti 0

Ultimi commenti