Articolo
07 apr 2016

Il “Treno dei Vini dell’Etna” parte il 30 aprile | Programma, date e prezzi

di Roberto Lentini

Come Mobilita Catania aveva anticipato in quest'articolo il 30 Aprile parte il "Treno dei Vini dell’Etna", un tour unico e  affascinante alle pendici del nostro vulcano. A bordo del treno storico della Ferrovia Circumetnea, l’Aln 56, si percorreranno le pendici dell’Etna, per inoltrarsi poi, con il Wine Bus, nelle "Strade del Vino dell’Etna" e scoprire le più belle cantine dell’Etna. A bordo del treno, che percorre da centovent’anni questi luoghi, si viaggerà al ritmo della “muntagna”, per capire gli ingredienti che danno vita alla vocazione vitivinicola di questa terra: luce, lava, sole, mare, la passione e le contraddizioni della gente che la abita. Scesi dal treno a Randazzo, si salirà a bordo del Wine Bus “hop-on hop-off”, che vi porterà in alcune tra le più belle cantine etnee e si potrà salire e scendere ad ogni fermata, (il Wine Bus passerà ogni due ore da tutte le fermate), visitare le cantine e consumare la degustazione. Si potrà scegliere dove fermarsi per il pranzo, se in una delle cantine che offrono anche la ristorazione, o presso uno dei numerosi e tipici ristoranti presenti nei borghi percorsi dal Wine Bus. I biglietti del tour "Il Treno dei Vini dell’Etna", al prezzo di € 23,00, si possono acquistare: a bordo del treno della Ferrovia Circumetnea, a bordo del Wine Bus “hop-on hop-off”, nel punto informativo della Strada del Vino dell’Etna di Piedimonte Etneo, in tutte le rivendite che espongono il marchio “Around Etna”, presso tutte le stazioni FCE. Il biglietto comprende il percorso in treno, il Wine Bus e un coupon da presentare al momento dell’acquisto della degustazione. È possibile acquistare la degustazione presentando il coupon compreso nel biglietto del tour, presso le enoteche e le cantine indicate tra le attrattive delle località, al costo di € 12,00. L’acquisto del biglietto del tour non comprende né rende obbligatorio l’acquisto della degustazione. Ecco il programma dettagliato: PARTENZA 9.10/11.25* Partenze da Riposto a bordo del Treno dei Vini dell’Etna della Ferrovia Circumetnea. 9.34/11.49* Fino a settembre il treno partirà da Piedimonte Etneo anziché da Riposto. (Sarà garantito comunque, per chi lo preferisca, il transfert gratuito da Riposto a Piedimonte Etneo, tramite servizio bus FCE, agli orari indicati in tabella) 10.20 Arrivo a Randazzo. 10.40 Partenza del Wine Bus da Randazzo. Il Wine Bus “hop-on hop-off” partirà ogni due ore attraversando tutte le località del tour. 17.15 Partenza da Randazzo, per il rientro dei viaggiatori, a bordo del Treno dei Vini dell’Etna. RIENTRO 18.24 Arrivo del treno a Riposto e fine del tour. 18.02 Fino a settembre il treno arriverà a Piedimonte Etneo anziché a Riposto. (Sarà garantito comunque, per chi lo preferisca, il transfert gratuito da Piedimonte Etneo a Riposto, tramite servizio bus FCE, agli orari indicati in tabella) * Le partenze delle 11.25 e 11.49 saranno disponibili a partire dal 15 giugno.  Il Tour "Il Treno dei Vini dell’Etna" è offerto dalla sinergia tra la Ferrovia Circumetnea, l’Associazione Strada del Vino dell’Etna e il G.A.L. Terre dell’Etna e dell’Alcantara, in partnership con il Parco dell’Etna e il Parco Fluviale dell’Alcantara, con il patrocinio dell’Assessorato Regionale Turismo, Sport e Spettacolo e del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali. Per informazioni: Ferrovia Circumetnea Via Caronda, 352/A - 95128 Catania Tel. +39 095 54 12 50 www.circumetnea.it info@circumetnea.it facebook.com/circumetnea.metro   Associazione “Strada del Vino dell’Etna” Via Mazzini, 5 - 95017 Piedimonte Etneo (CT) Tel. +39 349 924 4672 www.stradadelvinodelletna.it info@stradadelvinodelletna.it facebook.com/strada.delvinodelletna   G.A.L. Terre dell’Etna e dell’Alcantara Via dei Caduti, 3 – 95036 Randazzo (CT) Tel. +39 095 799 22 30 +39 342 154 8124 www.galetnaalcantara.it galetna-alcantara@libero.it facebook.com/gal.etnaalcantara   Ti potrebbero interessare:  La storia dei treni della Ferrovia Circumetnea: da 120 anni attorno all’Etna “La via dei Castelli dell’Etna”: l’itinerario sui binari della circum in programmazione Due nuovi percorsi eno-gastronomici sull’Etna: Il “Water Tour” e il "Fire Tour" Il “maggio dei libri” con la littorina della Ferrovia Circumetnea

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 apr 2016

Trenitalia: sciopero del personale mobile

di Roberto Lentini

Le segreterie regionali dei sindacati FILT, UILT e ORSA hanno proclamato uno sciopero del personale mobile della Direzione Passeggeri Regionale Sicilia di Trenitalia dalle ore 21:00 di giovedì 7 alle 21:00 di venerdì 8 aprile 2016. Per i treni a lunga percorrenza sono previste modifiche al programma di circolazione riportate di seguito: Per i treni Regionali in Sicilia potranno verificarsi cancellazioni o variazioni.Per i treni regionali saranno garantiti i servizi essenziali previsti in caso di sciopero nei giorni feriali dalle ore 6.00 alle ore 9.00 e dalle 18.00 alle 21.00 (come da Orario ufficiale Trenitalia e  su questo sito). Si prevede inoltre l’effettuazione di ulteriori servizi, con particolare attenzione alle relazioni a maggiore traffico viaggiatori.L’agitazione sindacale potrà comportare ulteriori modifiche al servizio anche prima dell’inizio e dopo la sua conclusione. Treni garantiti in caso di sciopero

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 apr 2016

Riprendono i lavori al chiosco della Musica del Giardino Bellini

di Alessio Marchetti

Dopo molti mesi di stop, sono nuovamente ripresi i lavori per la sistemazione del chiostro della musica della Villa Bellini, inagibile da alcuni anni. Qui le foto con la nuova pavimentazione che gli operai stanno installando in questi giorni: Il chiosco, di stile moresco, con un palco per la musica fu utilizzato fino al 1958 dalla banda municipale con i propri concerti. Successivamente fu abbandonato fino ad arrivare ad uno stato di degrado e pericolo. La struttura dovrebbe finalmente  ritornare fruibile a breve, infatti il 7 ed 8 Maggio si terrà un'edizione del Pop Up Market proprio nell'area del Giardino dove si trova il Chiostro della Musica. Purtroppo constatiamo che le sfere dell'illuminazione del chiostro, risultano nuovamente danneggiate: confidiamo nella loro sostituzione con delle bocce più resistenti a prova di pietrate da parte dei vandali.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
05 apr 2016

Street control, aumentano i verbali elevati: a marzo più di 8 mila multe

di Mobilita Catania

Sono trascorsi più di 4 mesi dall’esordio dello Street Control nelle strade catanesi:  un dispositivo in grado di fotografare i veicoli in infrazione attraverso una telecamera installata sul tettuccio dei veicoli della Polizia Municipale e collegata a un tablet. Il report della Polizia Municipale Il dispositivo di rilevamento delle infrazioni del Codice della Strada è attivo dal mese di novembre, entrando a pieno regime nel mese di gennaio. A Febbraio era stato l’assessore alla Polizia Municipale Marco Consoli ad enumerare i primi risultati. Dal 23 novembre al 31 gennaio  sono stati 3198 gli automobilisti sanzionati, con una media di 84 multe al giorno; nel mese di gennaio lo Street Control è entrato a pieno regime con 2278 verbali e una media di 114 al giorno, nei primi 3 mesi sono stati 136 i veicoli catturati dalla telecamera privi di copertura assicurativa. In base ai dati resi noti oggi dal Comando di Polizia Municipale nel solo mese di marzo sono raddoppiate le sanzioni elevate rispetto al totale dei mesi precedenti. Nei 24 giorni del mese in cui il servizio di controllo sono stati elevati 8.233 verbali di divieto di sosta e rilevate 562 scoperture assicurative; le principali violazioni accertate hanno riguardato la sosta in seconda fila, la sosta sul marciapiedi e la sosta su strisce pedonali. Le zone e gli itinerari maggiormente controllati tramite apparecchiatura Street Control sono stati: viale Mario Rapisardi, piazza Santa Maria di Gesù, Viale regina Margherita, piazza Roma, Viale XX Settembre, piazza Trento, piazza Giovanni Verga, corso Italia, piazza Europa; via Giacomo Leopardi, via Gabriele D’Annunzio, via Monserrato, via San Nicolò al Borgo, via Cesare Beccaria, via Ferrante Aporti, via Giuseppe Fava, viale Vittorio Veneto, viale Libertà, piazza Papa Giovanni XXIII, via 6 Aprile, via Antonino di Sangiuliano, via Giovanni Clementi, piazza Dante, corso Indipendenza, piazza Risorgimento, via Vittorio Emanuele, via Spadaro Grassi, via Garibaldi, via Castello Ursino, piazza Federico di Svevia, via Angelo Custode, via Plebiscito, via Cristoforo Colombo, via Domenico Tempio, via Passo Gravina, via Filocomo, piazza Cavour, via Antonino Longo, via Tomaselli, via Androne, via Ughetti, piazza Montessori, via Fabio Filzi, via Lavaggi; via Etnea (tutta), piazza Gioeni, via Caronda, via Quieta, via Torino, Piazza Abramo Lincoln, viale Raffaello Sanzio, via Vincenzo Giuffrida, via Guglielmo Oberdan, via Giordano Bruno, via Monsignor Ventimiglia, piazza della Repubblica, corso Sicilia. Il sistema street control già da alcuni anni è attivo in molte città italiane, tra cui anche Palermo. Ad essere sanzionate sono le infrazioni alle norme della circolazione stradale, dalla sosta irregolare in doppia fila o negli spazi destinati alla fermata degli autobus, alla violazione delle corsie preferenziali. Ma la telecamera e il software in dotazione saranno in grado di individuare anche i veicoli sprovvisti di revisione e assicurazione o l’eventuale provenienza furtiva. Ti potrebbe interessare:  Street Control: l’elenco delle strade in cui transiterà

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
05 apr 2016

Ancora caos in aeroporto, carenze infrastrutturali e di personale

di Roberto Lentini

Nonostante le proteste dei giorni scorsi continuano i disagi all'Aeroporto di Catania. Oggi solo 6 varchi su 11 erano aperti con tempi di attesa di circa 45 minuti per superare i controlli di sicurezza Alle ore 14 risultavano chiusi i varchi C, D, I, L , M, mentre rimanevano aperti soli i varchi prioritari  A, B e altri 4 varchi normali. Le cause di questi disagi sono probabilmente di ordine strutturale e di personale sottodimensionato. È ormai evidente che l'aeroporto di Catania non riesce più a sopportare  la mole sempre crescente di passeggeri e la ristrutturazione del Terminal Morandi risulta ormai prioritaria. Per la ristrutturazione del nuovo terminal Morandi si dovrebbero utilizzare i fondi ottenuti dalla Cassa Deposito e Prestiti, circa 80 milioni di euro, che dovrebbero consentire all'aeroporto di Catania di sopportare una mole di traffico di 11 milioni di passeggeri annui, contro i 7 milioni attuali. Contemporaneamente bisognerebbe aumentare il personale addetto alla sicurezza: non si capisce infatti come mai l'Aeroporto dispone di 11 varchi e al massimo ne vengono utilizzati 7. Nel passato le categorie sindacali CGIL Cisl ed Uil  avevano sollecitato la Sac Service ad  una riorganizzazione del lavoro chiedendo un incremento del personale in security e prm, a partire dalla stabilizzazione del precariato e della trasformazione dei contratti part-time in full-time, ed eventualmente, al ricorso a nuove assunzioni per i periodi di picco. Ormai appare chiaro che l'aeroporto di Catania non può reggere questa situazione e con l'arrivo della stagione estiva i disagi per i passeggeri aumenteranno ancora di più. [fonte foto in evidenza F.G. gruppo Facebook Aeroporto di Catania] Ti potrebbe interessare: Aeroporto di Catania | Scheda dell’opera L’aeroporto di Catania si rifà il look: monitor, bagni e area partenze

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
05 apr 2016

FOTO | Piazza Borsellino, procedono i lavori per l’area di sosta e il capolinea

di Amedeo Paladino

Il progetto di riqualificazione del capolinea AMT (Azienda Metropolitana Trasporti) è in corso di realizzazione. Dopo circa 45 giorni dall'inizio dei lavori vi mostriamo la  situazione del cantiere. Nuovi stalli sosta e sbarre automatiche per eliminare gli abusivi. L’inizio dei lavori era atteso a novembre, ma la delimitazione del cantiere e i primi interventi sono cominciati a metà febbraio: stando al cronoprogramma di AMT il cantiere dovrebbe concludersi tra un mese e mezzo circa. Il progetto  prevede la razionalizzazione degli spazi dell’area di piazza Borsellino- già piazza Alcalà: il marciapiede antistante la rotonda verrà arretrato di cinque metri, ospitando il box AMT e la pensilina; lo spazio dedicato agli autobus urbani ed extraurbani rimarrà immutato. L'intervento di razionalizzazione degli spazi permetterà la creazione di un’area di sosta a pagamento automatizzata: nei due accessi sotto gli Archi della Marina verranno installate delle sbarre automatiche per permettere l’ingresso degli automobilisti. Gli altri stalli di via Jonica e via Lavandaie, attualmente gestiti da Sostare, saranno integrati all’area di sosta: la realizzazione del progetto garantirà l’aumento dell’offerta di sosta, si passerà infatti da 78 posti auto a 108; verrà inoltre installato un sistema di videosorveglianza e delle rastrelliere per le biciclette. In questi giorni Mobilita Catania si è recata presso il cantiere: i lavori sembrano rispettare i tempi attesi. Il vecchio asfalto è stato scarificato, gli spazi sono stati modificati e si sta già procedendo all'installazione della nuova pavimentazione dell'area che ospita la nuova pensilina. In ordine temporale gli ultimi interventi dovrebbero riguardare l'installazione degli impianti tecnologici, quali sbarre automatiche d'ingresso e di uscita e impianti di videosorveglianza. Ecco le foto dei lavori. Il costo del progetto è esiguo poiché facente parte di tre appalti preesistenti uno dei quali inerente ai lavori del parcheggio scambiatore Fontanarossa. La realizzazione del progetto porterà al riordino dell’area e all’eliminazione dei parcheggiatori abusivi che gestiscono la sosta; al momento non si conoscono i dettagli sulla tariffazione della sosta.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
05 apr 2016

Via Sgroppillo, a giorni la consegna del secondo tratto all’impresa esecutrice

di Roberto Lentini

Proseguono i lavori nel cantiere di via Sgroppillo: si stanno infatti concludendo le operazioni di scavo nel tratto davanti al rifornimento Esso fino al vivaio Bottino. Qui verrà realizzata una rotonda per permettere, quando sarà chiuso il tratto tra via delle Olimpiadi e il vivaio Bottino e riaperto il primo tratto di via Sgroppillo, di raggiungere la scuola Savio. Oggi avverrà la consegna dei lavori all'impresa esecutrice per realizzare la rotonda che permetterà finalmente di aprire la  via Cristoforo Colombo, (strada realizzata circa vent'anni fa e mai completata) connettendola alla via Sgroppillo. Successivamente avverrà la consegna del secondo tratto dei lavori tra via delle Olimpiadi e via Cristoforo Colombo.  L’appalto complessivo è stato vinto dal Consorzio nazionale cooperative di produzione e lavoro soc. coop. p.a. con sede in Ravenna, con un ribasso a base d’asta del 47%. rispetto a quello previsto di 5.124.908,52 . La ditta esecutrice è la Girasole Costruzioni soc. coop di Letojanni (ME) e la fine dei lavori, per questo primo lotto, è prevista per gennaio 2017. Il secondo lotto, che va da via C. Colombo a via Simeto, non stato ancora bandito ma lo sarà prima del completamento dei lavori del primo lotto. 

Leggi tutto    Commenti 0