Articolo
24 nov 2015

Autolinee Sais, dopo il bypass A19 ritornano i collegamenti normali: i nuovi orari

di Amedeo Paladino

La SAIS Autolinee S.p.A.- gestore  di numerose linee di trasporto pubblico urbano e suburbano della città che collegano fra di loro 27 città siciliane, tra cui 5 capoluoghi- comunica che dopo l'apertura del bypass sull'autostrada A19 i tempi di percorrenza del servizio sono ritornati agli standard precedenti al crollo del viadotto Himera. I pulman sono stati inoltre dotati di wi-fi gratuito. Ecco i nuovi orari in vigore dal 19 novembre 2015:

Leggi tutto    Commenti 4
Articolo
23 nov 2015

Investimenti PON – Infrastrutture e Reti 2014-2020: le opportunità per la Sicilia

di Roberto Lentini

Il 6 novembre a Napoli, al Teatro Mediterraneo della Mostra d’Oltremare, si è tenuto il convegno “PON - Infrastrutture e Reti 2014-2020”. Alla presenza del Ministro dei Trasporti, Graziano Delrio, e del Commissario europeo per le Politiche regionali, Corina Cretu, è stato presentato il programma di investimenti per il periodo 2014 – 2020. Sono previsti investimenti complessivi per 1,84 miliardi euro, interventi concentrati su ferrovie, aeroporti e trasporto marittimo, con particolare attenzione al Mezzogiorno e ai sistemi intermodali. Coinvolte cinque regioni - Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia - e altrettante aree logistiche dove concentrare gli investimenti: sistema campano, pugliese, Polo logistico di Gioia Tauro, quadranti orientale e occidentale della Sicilia. "Il PON Infrastrutture e Reti - ha detto nel corso della presentazione il Ministro Delrio - è parte di un più ampio programma di interventi infrastrutturali nel Sud Italia, che stiamo definendo insieme ai Presidenti delle singole Regioni, con l'obiettivo di costruire occasioni di sviluppo, per la logistica e per l'intera economia meridionale. Il nuovo Programma - ha proseguito - rafforza una strategia incentrata su intermodalità, sostenibilità dei trasporti e sistemi innovativi per aumentare efficienza e sicurezza. La ferrovia, a partire dalla linea ad alta capacità Napoli -Bari, e il trasporto marittimo, che si fa forza anche della nuova organizzazione definita nel Piano Strategico nazionale della Portualità e della Logistica, sono le modalità in cui investiamo per rendere il Mezzogiorno un'area sempre più centrale e vitale del sistema di trasporto euro-mediterraneo". Con riferimento alla rete ferroviaria siciliana parte del Corridoio “Scandinavo-Mediterraneo” (direttrice Messina-Catania-Augusta/Palermo), il Programma nazionale 2014/2020, dopo essere intervenuto nelle precedenti programmazioni sull’itinerario Messina-Palermo (ex Corridoio I), intende concentrare il proprio sostegno, in sinergia con altre fonti di finanziamento, per adeguare il nuovo tracciato del Corridoio TEN-T nelle prime fasi funzionali della sezione Catania-Palermo, allo scopo, una volta ultimati gli interventi di raddoppio dell’intera direttrice Catania-Palermo di: migliorare la competitività del trasporto su ferro attraverso l'incremento dei livelli prestazionali, comparabili con il trasporto su gomma, ed un significativo recupero dei tempi di percorrenza; · aumentare l'offerta dei servizi ferroviari; migliorare gli standard di sicurezza e la regolarità della circolazione. Oltre agli interventi lungo la direttrice Catania-Palermo, che rappresenta una connessione ferroviaria tra le due aree vaste intermodali identificate in Sicilia (il “Quadrante sud-orientale” e il 38 PON “Infrastrutture e Reti” 2014/2020 “Quadrante centro-occidentale”), il PON 2014-2020 riconoscerà priorità al completamento dei Grandi Progetti del PON Reti e Mobilità 2007/2013, con particolare riferimento a: la velocizzazione della linea Catania-Siracusa, nella tratta Bicocca-Augusta; · il raddoppio della linea Palermo-Messina, nella tratta Fiumetorto-Ogliastrillo; la tratta C “La Malfa/EMS-Carini” del passante ferroviario di Palermo. Saranno attuati, anche in sinergia con ulteriori fonti di finanziamento nazionali, i seguenti Grandi Progetti derivanti dalla programmazione 2007/2013, nonché i seguenti Grandi Progetti “nuovi” di completamento delle direttrici ferroviarie oggetto dei CIS e ricadenti nella rete Core: Direttrice Messina-Catania-Palermo Velocizzazione Catania-Siracusa - Tratta Bicocca-Targia (completamento); Raddoppio Palermo-Messina - Tratta Fiumetorto-Ogliastrillo (completamento); Nodo ferroviario di Palermo: tratta La Malfa/EMS-Carini (completamento); Potenziamento della linea Catania-Palermo. Ti potrebbe interessare: Tratta ferroviaria Catania Palermo: cronoprogramma del potenziamento    

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
20 nov 2015

Entro natale una nuova linea AMT collegherà Mascalucia con Catania

di Roberto Lentini

Entro il prossimo Natale una linea AMT collegherà, in via sperimentale, Mascalucia con il parcheggio scambiatore Due Obelischi, già servito dal BRT che lo collega al centro della città. «Il servizio di trasporto della linea urbana – ha affermato Andrea Mannino, assessore ai Trasporti del comune di Mascalucia - che collegherà Mascalucia a Catania è un grande traguardo ottenuto dalla nostra amministrazione ma garantirà una mobilità sostenibile anche ai paesi limitrofi. Ritengo sia un traguardo importante già previsto nel programma elettorale del sindaco Leonardi. Si è già provato e studiato il percorso in sinergia con i tecnici, invitiamo adesso i cittadini a fare uso attivo dei mezzi in modo da potere pensare entro breve a incrementare il percorso ad altre frazioni della città». «Questo progetto avvicina ancora di più Catania a Mascalucia e agli altri centri dell’hinterland – ha detto Enzo Bianco, sindaco di Catania -. Si attua così quella Città Metropolitana che sta nascendo ma che era stata un’intuizione mia e di altri sindaci sin dalla metà degli anni Novanta». Sarà una linea circolare che prevede un percorso nel territorio urbano di Catania ed extraurbano di Mascalucia sfiorando, in alcuni punti, pure il territorio di Gravina di Catania. Si prevedono dodici corse giornaliere, ma limitate ai soli giorni feriali. La frequenza non risulta molto elevata, almeno dai primi dati disponibili e il tempo di percorrenza dell’intera tratta è di circa 74 minuti (da dividere, ovviamente, nel percorso di andata e di ritorno). Non sono previste corsie preferenziali al fine di ridurre i tempi di percorrenza. L’orario delle corse è il seguente: Partenze da Catania per n. 12 corse giornaliere 05:50 - 06:20 - 06:40 - 07:20 - 08:00 - 08:40 - 12:00 - 13:20 - 14:40 - 17:40 - 19:00 - 20:20 Transiti dalla fermata “Campo sportivo” 06:20 - 06:50 - 07:20 - 08:00 - 08:40 - 09:20 - 12:40 - 14:00 - 15:20 - 18:20 - 19:40 - 21:00   Questo il percorso della nuova linea circolare Due Obelischi – Mascalucia:  PARCHEGGIO SCAMBIATORE DUE OBELISCHI, VIA F. LOJACONO, VIA S. ALLENDE, LARGO BARRIERA, VIA DUE OBELISCHI, VIA ETNEA (Comune di Gravina di Catania), VIA COVIELLO, VIA BARRIERA, VIA S. G. BATTISTA, VIA DELLA MONTAGNA, P.ZZA CHIESA MADRE, VIA S. P. CLARENZA, VIA S. MATTEO, VIA MARIANI, VIA ORSA MINORE, VIA MACELLO, VIA POLVERIERA (Comune di Mascalucia), VIA ACQUE MUNZONE, VIA ETNEA, VIA TREMESTIERI, VIA ALCIDE DE GASPERI, CORSO S. VITO (A DESTRA), SPIAZZO ANTISTANTE CAMPO SPORTIVO, CORSO S. VITO, VIA ETNEA, VIA ACQUE MUNZONE, VIA POLVERIERA, VIA MACELLO (COMUNE DI CATANIA), VIA ORSA MINORE, VIA MARIANI, VIA S. MATTEO, VIA S. P. CLARENZA, VIA ANDROMEDA, VIA VIGNE NUOVE, VIA CAPRICORNO, VIA DON MINZONI, VIA S. LUCA EVANGELISTA, VIA DELLA MISERICORDIA, VIA BARRIERA, VIA N. COVIELLO. VIA ETNEA DI GRAVINA, VIA DUE OBELISCHI, LARGO BARRIERA, VIA S. ALLENDE, VIA F. LOJACONO, PARCHEGGIO SCAMBIATORE DUE OBELISCHI. Percorso all'interno del Comune di Mascalucia: Km. 6,250 Velocità media Km/h 15,0 Tempo di percorrenza 25 minuti Percorso all'interno del Comune di Catania: Km. 11,350 Velocità media Km/h 14,0 Tempo di percorrenza 44 minuti Lunghezza totale del percorso Km. 17,600 Tempo di percorrenza totale 74 minuti Velocità media complessiva Km/h 14,3   Il prezzo dei biglietti sarà lo stesso di quello urbano: un euro per il biglietto di 90 minuti; 2,50 il giornaliero. Pensionati minimi Inps  e disoccupati 18 euro mensili; studenti e universitari anche non residenti 20 euro; lavoratori dipendenti 22 euro e infine senior e casalinghe coniugate 27 euro. Abbonamento impersonale 40 euro.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
20 nov 2015

Metropolitana, da lunedì ingresso con abbonamento solo attraverso titoli elettronici

di Andrea Tartaglia

La metropolitana di Catania, per la quale il conto alla rovescia per l'apertura delle estensioni è già cominciato, si adegua alle nuove esigenze tecnologiche anche nel vecchio tracciato già operativo (linea Borgo-Porto, 3,8 km con sei stazioni). Nel 2016, infatti, è prevista l'apertura delle tratte Borgo-Nesima e Galatea-Stesicoro che saranno dotate, com'è prevedibile, di impiantistica tecnologica di ultima generazione. Pertanto sta venendo via via sostituita e integrata buona parte degli apparati tecnologici del tracciato in esercizio dal 1999: si tratta, nella fattispecie, dei varchi di accesso e di monitor lcd per le informazioni all'utenza. I nuovi varchi, già collocati presso le stazioni Porto, Stazione FS e Borgo (in foto), sono dotati di un apparecchio integrato di riconoscimento e validazione del titolo di viaggio elettronico. A tal proposito, la Ferrovia Circumetnea, che gestisce la metropolitana di Catania, comunica quanto segue: Dal 23/11/2015 i Signori viaggiatori in possesso di abbonamento ferroviario di tipo cartaceo potranno accedere in metropolitana solo con abbonamenti di tipo elettronico (smart card). Si invitano pertanto i Signori viaggiatori che intendono accedere con abbonamenti ferroviari in metropolitana a dotarsi dei nuovi abbonamenti elettronici presso la stazione ferroviaria di Catania Borgo o presso le altre stazioni abilitate.      

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 nov 2015

Fontanarossa, in corso i lavori d’ampliamento del piazzale partenze

di Roberto Lentini

Come vi avevamo già annunciato in questo articolo sono partiti i lavori di ampliamento dell'area check-in dell’aeroporto “Vincenzo Bellini” di Catania necessari in quanto l’area prospiciente i varchi per accedere all’area imbarchi risulta spesso eccessivamente affollata. L’intervento sarà quindi utile per migliorare il transito dell’utenza nell’area partenze. Di contro si ridurrà probabilmente l’illuminazione alla sottostante area arrivi la cui principale fonte di luce naturale deriva dalla grande facciata trasparente del livello superiore. L’appalto è stato affidato alla “Italica srl” per un importo dei lavori di 393.266,17 euro: il cantiere risulta già recintato e si dovrebbe concludere, contrattualmente, il 5 dicembre 2015, ma probabilmente subirà slittamenti visto che allo stato attuale i lavori risultano in ritardo rispetto al cronoprogramma.  

Leggi tutto    Commenti 0