Articolo
22 giu 2015

FOTO | Metropolitana: procede spedito il cantiere della stazione Milo, a rilento Cibali

di Roberto Lentini

Con lo scopo di monitorare lo stato di avanzamento dei lavori della metropolitana, siamo andati a vedere qual è la situazione presso i cantieri delle fermate della metropolitana "Cibali" e "Milo". La stazione metro di Cibali è quella che appare essere più indietro in confronto alle altre in costruzione. Stazione Cibali: Stazione Milo: Riguardo la stazione di Milo, probabilmente la più avanzata tra tutte quelle della tratta Borgo-Nesima in quanto a stato dei lavori, ad oggi occorre sottolineare che appare separata dal tessuto urbano con cui confina immediatamente a sud, separata proprio dalla ferrovia di superficie della Circumetnea. Sarebbe quanto mai opportuno un accorgimento semplice come un piccolo cavalcaferrovia pedonale al fine di agevolare il futuro accesso alla stazione anche dall'area di via Mineo e di via Costanza d'Aragona, strade vicinissime in linea d'area ma, in assenza di collegamento diretto, lontane centinaia di metri (e buona parte in ripida salita) dall'accesso alla stazione metropolitana. Per altre informazioni sulla metropolitana catanese vi invitiamo a visionare la nostra sezione dedicata alle opere catanesi, nello specifico la scheda dedicata alla metropolitana di Catania e il cronoprogramma dei lavori.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
19 giu 2015

La Stazione di Catania rinasce, aumenta l’affluenza di passeggeri e riaprono le attività commerciali

di Roberto Lentini

Il cedimento del viadotto Himera ha di certo portato notevoli disagi nei collegamenti tra la Sicilia occidentale e la Sicilia orientale. Di contro ha migliorato il  traffico ferroviario tra la città di Catania e Palermo. Prima del crollo del viadotto, infatti, per andare da Catania a Palermo occorrevano circa cinque ore, con cambio di treno, contro i 2h 47' attuali senza cambi. La stazione centrale di Catania, una volta crocevia importante di turisti e  viaggiatori, negli ultimi anni sembrava essere diventata quella di un piccola comunità in cui regna la desolazione e l’abbandono. Prima del 4 maggio (data dell’istituzione dei nuovi treni per Palermo), dalle 9.00 alle 12.45 non c’erano treni in arrivo e in partenza. Il bar, l’edicola, l’ufficio informazioni, l’accoglienza turistica ed altre attività commerciali avevano chiuso. Oggi con l’istituzione dei treni per Palermo alla stazione centrale sembra ritornare la vita. È aumentata l’affluenza dei viaggiatori e il bar è stato riaperto.   Speriamo che sia un punto di partenza per ridare splendore alla nostra stazione e che tutta la politica siciliana faccia “mea culpa”, cercando di recuperare le posizioni perdute in questi anni, e garantisca quella continuità territoriale e quel servizio pubblico ferroviario che spetta di diritto alla città di Catania e non solo e che rappresenta una delle modalità più ecosostenibili per gli spostamenti.

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
18 giu 2015

FOTO | Metropolitana, stazioni Nesima e San Nullo: proseguono i lavori

di Roberto Lentini

Procedono spediti i lavori della metropolitana nella tratta Borgo-Nesima, il cui completamento è previsto per la fine di giugno 2016. Stazione Nesima La stazione Nesima si integrerà con il parcheggio scambiatore dell'AMT. Stazione San Nullo Per altre informazioni sulla metropolitana catanese vi invitiamo a visionare la nostra sezione dedicata alle opere catanesi, nello specifico la scheda dedicata alla metropolitana di Catania e il cronoprogramma dei lavori.

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
15 giu 2015

Metro FCE, prorogato l’utilizzo dei vecchi biglietti

di Amedeo Paladino

Nonostante fosse stato comunicato che a decorrere dal 1° giugno il vecchio sistema di bigliettazione sarebbe stato definitivamente disattivato, FCE avvisa l'utenza che i vecchi biglietti senza banda magnetica, disponibili dal mese mese di aprile, saranno utilizzabili fino al 30 giugno 2015. Il vecchio biglietto si potrà convalidare utilizzando l'obliteratrice di colore arancione; non potranno essere convalidati i titoli di viaggio AMT (Azienda Metropolitana Trasporti) e i titoli di viaggio acquistati presso i parcometri "Sostare", in quanto dal 1° giugno è entrato in vigore il nuovo biglietto integrato AMT-FCE Metro. Il nuovo sistema di bigliettazione è entrato in vigore nel mese di aprile, i nuovi titoli di viaggio possono essere acquistati presso le stazioni Borgo e Porto e presso le rivendite autorizzate.

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
12 giu 2015

Trenitalia, dal 29 giugno la Palermo-Catania raddoppia

di Roberto Lentini

Così come vi avevamo annunciato in un precedente articolo, dal 29 giugno raddoppiano i posti a sedere sui treni diretti Palermo - Catania: dagli attuali 2100 si passa a 4200 al giorno. Oltre 70mila passeggeri hanno viaggiato sui 14 treni regionali veloci che giornalmente, dal 3 maggio scorso, collegano Catania e Palermo in sole 2 ore e 44 minuti. Una domanda in costante crescita, segno di un generale apprezzamento del servizio, che ha spinto Trenitalia e Regione Siciliana a potenziare ulteriormente l’offerta, adeguandola alle esigenze dei clienti. Ogni corsa tra i due capoluoghi sarà quindi effettuata da una composizione di due treni Minuetto. Le corse resteranno 7 al giorno, con la frequenza di una ogni due ore. Prima del crollo del viadotto sull’A19 l’offerta era di un solo treno al giorno per direzione. Vi consigliamo di scaricare il quadro orario valido dal 14 giugno al 12 dicembre 2015, in cui potrete consultare tutti i treni con partenza da Catania. Riguardo il potenziamento delle ferrovie siciliane all'inizio del 2016 dovrebbero partire i primi i cantieri per la realizzazione della linea Alta Velocità/Alta Capacità Messina - Catania – Palermo, riguardo la loro tempistica ne avevamo già scritto in questo articolo.     

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
10 giu 2015

I parcheggi scambiatori di Catania: tra sprechi e potenzialità inespresse

di Roberto Lentini

Il piano parcheggi redatto dall’Amministrazione comunale nel 2004 prevedeva la realizzazione di alcuni parcheggi scambiatori auto – metropolitana, auto - ferrovia, auto - tranvie e/o autobus lungo i flussi di maggiore penetrazione e precisamente: - a Nord: il parcheggio Mediterraneo (1.560 auto e 20 bus) lungo il raccordo autostradale proveniente dal casello di San Gregorio sulla A18; il parcheggio Due Obelischi (1.850 auto e 40 bus) al confine territoriale con Sant’Agata Li Battiati; il parcheggio Misericordia (230 auto e 4 bus) sulla direttrice Mascalucia – San Giovanni Galermo; - ad Est: il parcheggio di Acicastello (600 auto e 20 bus) sulla SS114 in provenienza Acireale – Acicastello; - a Sud: i parcheggi di Fontanarossa (2.600 auto e 60 bus) e di Zia Lisa (1.000 auto e 20 bus) che, oltre a garantire lo scambio modale per i flussi in accesso da sud e dalla tangenziale ovest, costituiscono un importante incremento dell’offerta di sosta a servizio di due grossi poli di attrazione, ovvero, rispettivamente, l’aeroporto ed il cimitero; - ad Ovest: il parcheggio Monte Po (850 auto e 30 bus) lungo gli assi Paternò – Misterbianco (SS121) e Tangenziale – Circonvallazione nord, ed il parcheggio Nesima (1.020 auto e 20 bus) a servizio delle penetrazioni da Camporotondo – San Pietro Clarenza. Di questi parcheggi solo cinque sono stati realizzati, quello di San Giovanni Galermo (Misericordia), quello di Nesima, quello di Fontanarossa, quello di Zia Lisa e quello dei due Obelischi. Il parcheggio scambiatore “Misericordia” a San Giovanni Galermo fu inaugurato il 10 marzo 2007 dall’allora sindaco Scapagnini, potendo ospitare 230 autovetture e 4 autobus. Non è stato mai utilizzato come parcheggio scambiatore e oggi versa in grave stato di abbandono. Il parcheggio scambiatore di Nesima ha circa 400 posti auto garantiti all’interno delle tre sezioni parcheggio: da qui è possibile lasciare l’auto e prendere o un mezzo dell’Amt o la littorina della Fce. Ma risulta poco pubblicizzato e sia i mezzi AMT che la littorina della FCE hanno frequenze troppo basse. Il parcheggio scambiatore Fontanarossa al momento risulta ancora chiuso e dovrebbe essere inaugurato prossimamente. Il parcheggio Due Obelischi, con 1850 posti auto, è attivo e scambia con il BRT1, il bus a transito rapido per piazza Stesicoro. Attualmente è l'unico funzionante ma le sue potenzialità sono maggiori: probabilmente, se fosse capolinea anche di altre linee e fosse maggiormente pubblicizzato, si riuscirebbe a riempire il parcheggio che non arriva mai ad essere del tutto occupato. I parcheggi scambiatori aiuterebbero a snellire il traffico, con diminuzione del numero di automobili e la riduzione dei livelli dell’inquinamento acustico e atmosferico; inoltre verrebbe meno il problema del posteggio tra le vie cittadine. Occorre quindi una maggiore pubblicità e incentivare l’uso di questi parcheggi scambiatori collegandoli al centro e alle zone di maggior interesse con mezzi pubblici frequenti, creando inoltre l’intermodalità con car sharing, bike sharing e bus extraurbani e nel contempo, disincentivare l’entrata delle auto per chi non è residente nella città, creando cioè delle ZTL e strisce blu più onerose per chi viene da fuori o con tariffe via via più alte man mano che si avvicina al centro città. Così si riuscirebbe a ridurre il grave problema del traffico di penetrazione, migliorando di conseguenza la viabilità cittadina e riducendo l’inquinamento.

Leggi tutto    Commenti 1

Ultimi commenti