Segnalazione
29 set 2015

FOTO | Parco del Faro, degrado e abbandono

di Mobilita Catania

Riceviamo da un nostro lettore una segnalazione riguardante le condizioni del Parco del Faro. L'area verde posta alla fine di via Domenico Tempio e porta d'ingresso alla Playa versa in condizioni di degrado e abbandono; la raccolta dei rifiuti, la scerbatura e la manutenzione del verde sono interventi straordinari per il Parco Regionale del Faro Biscari. Inoltre l'accessibilità pedonale è totalmente assente: cittadini e turisti durante i mesi estivi sono costretti a camminare lungo la carreggiata a causa della mancanza di percorsi dedicati. Ecco le foto che testimoniano la situazione in cui versa il parco:

Leggi tutto    Commenti 0    Proposte 0
Articolo
23 set 2015

Raccolta differenziata porta a porta, da ottobre anche nel centro storico

di Andrea Tartaglia

Dopo gli incoraggianti risultati ottenuti in sede sperimentale nel quartiere di Santa Maria Goretti, a Catania, dove la percentuale di raccolta di rifiuti differenziati si è attestata intorno al 56%, ossia a livelli che potremmo definire europei, la raccolta differenziata porta a porta si appresta a sbarcare anche nel centro storico di Catania, dove coinvolgerà ben 45000 abitanti. La gara d'appalto per la fornitura dei kit della differenziata è stata già aggiudicata in via provvisoria e sarà definitiva il 30 settembre. Dunque ci vorrà il tempo materiale consegnare il materiale alle famiglie interessate, circa 17000, e il nuovo servizio potrà partire tra la fine di ottobre e l'inizio di novembre. Una svolta per il centro storico che, così, dovrebbe finalmente vedere sparire i cassonetti. Il passo successivo, nelle intenzioni dell'amministrazione cittadina, sarà estendere la raccolta differenziata porta a porta a tutto il territorio comunale, attraverso una nuova gara d'appalto prevista per marzo 2016.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
22 set 2015

Rifiuti a Catania, l’incertezza continua

di Danilo Pulvirenti

Accogliamo l'articolo di Danilo Pulvirenti, Presidente dell'Associazione Rifiuti Zero Sicilia, in merito alla situazione emergenziale conseguente allo sciopero dei lavoratori Oikos a un bando del Comune inspiegabilmente revocato. In questi giorni la città di Catania è sommersa di rifiuti a causa del ritardo del pagamento degli stipendi dei lavoratori della ATI IPI-OIKOS che non riceve i soldi dal Comune stesso. Leggiamo dalla stampa che si chiede senso di responsabilità ai lavoratori mentre i Commissari straordinari nominati dal Prefetto percepiscono stipendi da capogiro per gestire un’azienda che si è vista ritirare il certificato antimafia, la stessa che gestisce la discussa discarica di Motta Sant’Anastasia. Nel frattempo succede l’inverosimile. Il 18 Agosto l’ufficio ecologia pubblica un bando avente per oggetto: “ATTIVITA’ DI ANIMAZIONE TERRITORIALE PER L’AVVIO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA IN PARTE DEL TERRITORIO COMUNALE” con scadenza il 7 settembre. Il bando ricerca associazioni Onlus e di volontariato esperte nel settore della comunicazione ambientale per svolgere un’attività di consegna kit, formazione ed informazione al cittadino nella zona in cui dovrebbe partire il porta a porta. Eravamo piacevolmente stupiti del bando perché finalmente potevamo partecipare concretamente [Associazione Rifiuti Zero Sicilia n.d.r], ritenendo di avere i requisiti, ad un progetto da svolgere anche in una grande città come quella di Catania. Abbiamo svolto già diversi incarichi importanti per diversi comuni siciliani e giudicavamo il bando, sia nella forma che nella sostanza, un piccolo passo verso il tanto agognato free iphone 5 spy app porta a porta. I requisiti di partecipazione allo stesso, inoltre, portavano a sperare che venisse premiato il merito. Per questo, dopo una serie di riunioni interne all’associazione, abbiamo deciso di partecipare. Con molto stupore, controllando il sito internet del comune, abbiamo constatato che il bando è stato revocato subito dopo la data ultima della consegna e dopo che sono state presentate le candidature delle associazioni. Nessuna spiegazione ufficiale ad oggi arriva da parte del Comune. qui il link al sito del comune Non capiamo cosa possa essere app to spy on girlfriends iphone successo. Riteniamo che questa incertezza continua noccia gravemente alla salute di un servizio di gestione dei rifiuti in continua agonia per colpa di ormai sempre più evidenti interessi economici malati radicati in città. Tutto questo conferma, purtroppo, la cattiva gestione di un settore strategico della vita quotidiana di una città che, ricordiamo, è costata ai contribuenti già 300 milioni di euro in 5 anni. Chiediamo, pertanto, spiegazioni pubbliche su questa improvvisa marcia indietro da parte del Comune perché riteniamo che un bando pubblico non possa essere revocato con queste modalità nella seconda città più grande della Sicilia. Non lo accettiamo e per questo attendiamo le risposte della Pubblica Amministrazione per capire quali siano i motivi di una revoca dopo che la stessa pubblica amministrazione ha pubblicato il bando.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 set 2015

Via Umberto pedonale e le altre iniziative della settimana europea della mobilità sostenibile | PROGRAMMA

di Amedeo Paladino

Anche quest’anno il Ministero dell’Ambiente ha aderito alla Settimana Europea della Mobilità Sostenibile, promossa dalla Commissione Europea condividendone gli obiettivi e svolgendo un ruolo di coordinamento nazionale e di supporto alle iniziative e agli eventi attuati da Comuni, Atenei e Associazioni nonché promuovendo sia la partecipazione attiva dei cittadini che specifiche azioni a carattere nazionale. Nella fattispecie l’edizione di quest'anno, che si terrà dal 16 al 22 settembre prossimi e che avrà come slogan “Choose, Change, Combine” (Scegli Cambia e Combina), ha come obiettivo principale quello di incoraggiare i cittadini ad un ripensamento della gamma di opzioni di trasporto disponibili, scegliendo il modo giusto per spostarsi, e invitandoli a combinare tra loro i differenti mezzi di trasporto, favorendo, di conseguenza, il miglioramento della qualità della vita urbana. Ciò è possibile solo attraverso l'utilizzo, per gli spostamenti quotidiani, di più sistemi di trasporto ecosostenibili - bici, trasporto pubblico-, alternativi all’auto privata di cui siamo ancora troppo dipendenti. Il Comune di Catania, in linea con gli impegni assunti volti a favorire politiche di mobilità sostenibile, ha aderito, come nelle precedenti edizioni, alla Settimana Europea di Mobilità Sostenibile organizzando varie attività di natura ciclabile, di intrattenimento-culturale ed espositivo-promozionale Le iniziative sono state programmate in collaborazione con associazioni e movimenti; tra le novità di quest'anno la chiusura al transito dei mezzi privati di via Umberto tra piazza Maiorana (nota come piazza Umberto) e via Etnea sabato 19 settembre, inoltre la mattina di domenica 2o settembre la ZTL del centro storico verrà ampliata. Ecco il programma completo: Mercoledì 16 Settembre Ore 16,00 – 21,00 Piazza Roma: Sosta dell’ AutoBooks (libri in circolo) per la divulgazione e la promozione di libri anche per ragazzi. Ore 16,00 – 21,00 Piazza Roma: Sosta di un autobus elettrico, messo a disposizione dalla AMT all’Ufficio del Mobility Manager di Area per pubblicizzare le attività e le iniziative sulla mobilità sostenibile realizzate dalla Amministrazione Comunale. Ore 20,30 Piazza Roma: Raduno delle Associazioni Ciclistiche ed Ambientaliste (Catania in bici, Etna e dintorni, Etna viva in bici, Monta in bike, Bradipi in bike, WWF) per l’apertura delle manifestazioni. Partenza alle 21,00 per un giro “free” in bicicletta per le vie della Città. Venerdì 18 Settembre Ore 9,00 – 14,00 Piazza Università: stazionamento di un bus elettrico, messo a disposizione dalla AMT, dove l’Associazione Cittadinanza Attiva e la Feder Consumatori presenteranno e somministreranno ai cittadini un questionario sulla mobilità sostenibile e distribuiranno delle brochure sullo stesso tema. Sabato 19 Settembre Ore 9,00- 14,00 Piazza Università: stazionamento di un bus elettrico, messo a disposizione dalla AMT, dove l’Associazione Cittadinanza Attiva e la Feder Consumatori presenteranno e somministreranno ai cittadini un questionario sulla mobilità sostenibile e distribuiranno delle brochure sullo stesso tema. Ore 16, 00 – 22,00 chiusura al traffico di Via Umberto da Piazza Maiorana (nota come Piazza Umberto) fino a Via Etnea. Ore 16,00- 21,00 Piazza Maiorana: stazionamento di un autobus elettrico, messo a disposizione dalla AMT all’Ufficio del Mobility Manager di Area per pubblicizzare le attività e le iniziative sulla mobilità sostenibile realizzate dalla Amministrazione Comunale e all’Associazione Cittadinanza Attiva e la Feder Consumatori per presentare e somministrare ai cittadini un questionario sulla mobilità sostenibile. Verranno distribuite brochure sullo stesso tema. Ore 16,00- 21,00 Piazza Maiorana: Sosta dell’ AutoBooks (libri in circolo) per la divulgazione e la promozione di libri anche per ragazzi. Ore 16,00- 21,00 Piazza Maiorana: Stand “Adotta un cucciolo” organizzato dalla Direzione Ambiente dove i cittadini che lo desiderano potranno adottare un cagnolino. Ore 16,00 – 21,00 Piazza Maiorana: stands dei rivenditori autorizzati e convenzionati con il Comune per la promozione di veicoli elettrici a due ruote dove sarà possibile visionare le bici elettriche Alcune saranno messe a disposizione dei cittadini per provarle nel circuito previsto. Ore 19,15 Piazza Maiorana: Raduno delle Associazioni Ciclistiche (Catania in bici, Etna e dintorni, Etna viva in bici, Monta in bike, Bradipi in bike, WWF) per una “pedalata” che parte dalla Piazza per arrivare a Piazza degli Elefanti di Librino dove si potrà assistere al Concerto dell’Orchestra Sinfonica del Teatro Massimo Bellini. Ore 20.30 Piazza degli Elefanti di Librino Concerto dell’Orchestra Sinfonica del Teatro Massimo Bellini. Domenica 20 Settembre Ore 9,00 – 14,00 “ In Città senza l' auto” chiusura al traffico del Centro Storico. (qui la planimetria della ZTL) Ore 09,00 – 13,00 Piazza Università: Sosta dell’ AutoBooks (libri in circolo) per la divulgazione e la promozione di libri anche per ragazzi. Ore 9,00 – 14,00 Piazza Università: stazionamento di un bus elettrico, messo a disposizione dalla AMT che verrà utilizzato sia dall’ Ufficio del Mobility Manager di Area per pubblicizzare le attività e le iniziative sulla mobilità sostenibile realizzate dalla Amministrazione Comunale, sia dall’Associazione Cittadinanza Attiva e dalla Feder Consumatori per la presentazione e la somministrazione alla cittadinanza di un questionario sulla mobilità sostenibile. Verranno distribuite brochure sullo stesso tema. Ore 9,00 – 14,00 Piazza Università: stands dei rivenditori autorizzati e convenzionati con il Comune per la promozione di veicoli elettrici a due ruote dove sarà possibile visionare le bici elettriche. Alcune saranno messe a disposizione dei cittadini per provarle nel circuito organizzato nella vicina ZTL di Piazza Teatro Massimo. Ore 9,00 – 14,00 e ore 16,00 – 21,00. I più importanti monumenti e siti artistici del centro storico saranno aperti al pubblico. Ore 17,00 Piazza Duomo: Raduno delle Associazioni Ciclistiche ed Ambientaliste per una “pedalata libera” da Via Etnea fino ad Acicastello. Martedì 22 Settembre Ore 20,30 Piazza Stesicoro - Per chiudere le manifestazioni, organizzate in occasione della Settimana Europea della mobilità sostenibile, le Associazioni Ciclistiche organizzano “L’Ascesa alla Collina” Tracking cittadino da Piazza Stesicoro fino alla Collina della Purità

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 set 2015

Allerta meteo per le prossime 36 ore, operai al lavoro nei siti a rischio

di Amedeo Paladino

È atteso per il pomeriggio-sera di oggi un peggioramento delle condizioni meteorologiche su tutta la Sicilia, con particolare rilevanza nei settori orientali dell'isola; già da stamattina ci sarà un aumento della nuvolosità che sfocerà poi in temporali e rovesci diffusi. Il  Dipartimento Regionale della Protezione Civile avvisa che a partire da oggi e per le prossime 24-36 ore sono attese precipitazioni, a prevalente carattere di rovescio o temporale, i fenomeni risulteranno essere a carattere diffuso con quantitativi molto elevati nella giornata di mercoledi. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, forti raffiche di vento e locali grandinate.  Le precipitazioni che interesseranno tutta la fascia ionica e la zona Etna est, Catania inclusa potrebbero attestarsi intorno ai 100 mm in 24 ore. L'Amministrazione ha disposto degli interventi di pulizia straordinarie delle caditoie stradali, saranno impiegate 5 squadre della Manutenzione strade che opereranno nei siti che per esperienza sono più soggetti ad allagamenti: mercati storici ( piazza Carlo Alberto e Pescheria), via Goretti, via San Giuseppe La Rena, via C.Colombo, via Dusmet, via VI Aprile, Stazione Centrale, via V.Emanuele, viale Africa, viale M.Rapisardi, via Etnea,  viale V.Veneto, zona Cibali, piazza Roma, via Palermo, via Garibaldi, Circonvallazione. Già nel mese di agosto gli operai della Multiservizi sono intervenuti sulle caditoie di via Umberto e via Vittorio Emanuele; sempre quest'estate i torrenti Forcile, Buttaceto e Aquicella sono stati oggetto di pulizia straordinaria. Questi interventi ridurranno i rischi idraulici e idrogeologici, tuttavia occorrerà nei prossimi anni completare le opere strutturali  come il canale di gronda ovest e il collegamento del canale di gronda nord-est con le reti fognarie 'bianche' dei paesi pedemontani.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 set 2015

Degrado e incuria non solo in piazza Palestro, il triste declino degli spazi pubblici di Catania

di Alessio Marchetti

Luoghi fondamentali per la vita di un quartiere, luoghi di socializzazione per i cittadini e vetrine che incorniciano i monumenti di Catania per i turisti: molte piazze della nostra città hanno perso il loro ruolo a favore del degrado e dell'incuria. L'esempio plateale è piazza Palestro che versa in tremende condizioni: aiuole rimaste prive di verde, alberi  secchi e mai più sostituiti, vasi sotto la Porta Garibaldi ridotti a cestini per rifiuti, la fontana prosciugata, i getti d'acqua che dovrebbero uscire dalla pavimentazione mai più attivati, la porta Ferdinandea ridotta a latrina, i bagni pubblici inagibili trasformati in discarica, la fontanella pubbliche disattivate. Questo spazio pubblico, riqualificato dall'Amministrazione Scapagnini attraverso ingenti risorse, è lasciato al degrado derivante dalla manutenzione anche ordinaria assente e dall'incuria di molti concittadini. Una piazza dimenticata che incornicia uno dei monumenti più belli della nostra città, la Porta Garibaldi anch'essa sfregiata da scritte e spray. Rimanendo in centro storico anche Piazza Federico di Svevia è un caotico parcheggio gestito da abusivi, nonostante molte associazioni, comitati e cittadini abbiamo sostenuto  una  petizione con più di 500 firme per pedonalizzare una piccola area tra il prospetto del Castello Ursino e la chiesa San Sebastiano; dopo aver accolto la petizione l'iter per la creazione di un'area interdetta al transito e alla sosta sembra procedere faraginosamente. Piazza Manganelli, uno spazio pubblico tra via Etnea e via Sangiuliano racchiuso da palazzi storici che nonostante il lavoro del Comitato Centrocontemporaneo per strapparlo alle auto è stata lasciata nuovamente in mano agli abusivi. Piazza Maiorana- ex Vittorio Emauele, per i catanesi piazza Umberto-  è un luogo dove tra le auto in sosta, il marciapiede e le poche panchine sono insufficienti a soddisfare la richiesta di tantissime persone. La lista delle piazza da riqualificare a Catania è infinita; è necessario si attivi un processo di riqualificazione di questi spazi pubblici, magari contando sulla volontà dei privati.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
05 set 2015

Via Etnea si apre al transito dei veicoli elettrici, ma è la strada giusta?

di Mobilita Catania

Da alcune settimane la segnaletica verticale della ZTL di Via Etnea è stata aggiornata: sono stati apposti gli adesivi che indicano il transito consentito ai veicoli elettrici e ibridi (benzina/metano) con motore elettrico. Il provvedimento è scattato il 1° luglio per contrastare lo sforamento dei limiti d'inquinamento di cui abbiamo parlato spesso in precedenza; inoltre per incentivare l'acquisto di automobili elettriche anche la sosta negli stalli blu della SoStare è gratuita per questa tipologia di veicoli. Per poter usufruire degli incentivi i possessori di questo tipo di veicoli dovranno munirsi di un pass autorizzativo per l’accesso alla ZTL, rilasciato dal Comando di Polizia Municipale, da esporre sul parabrezza. I pass vengono rilasciati dall’Ufficio Autorizzazioni di piazza Spedini 5, aperto al pubblico lunedì e mercoledì dalle ore 9 alle 12 e il martedì e il giovedì dalle ore 16 alle 18. Per la sosta gratuita negli stalli blu di Sostare occorre munirsi di un ulteriore contrassegno, da esporre anch’esso in maniera visibile sul parabrezza, da richiedere alla  S.r.l. Sostare presso gli uffici di via Aldebaran 11. Gli uffici sono aperti al pubblico il lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 8.10 alle 13 e dalle 14.00 alle 16.20 e il martedì e giovedì dalle 8.10 alle 14.10. La determina dirigenziale si inserisce in un piano per la mobilità sostenibile, tuttavia non possiamo esimerci dall'esprimere alcuni dubbi sull'effettiva utilità di questi provvedimenti: il numero di veicoli ibridi ed elettrici in tutto il territorio catanese è davvero ridottissimo, qualche decina i veicoli di questa tipologia immatricolati. Inoltre la superficie complessiva di zone interdette al transito dei mezzi privati si limita a parte di via Etnea e a piazza Bellini, aree che ancora oggi non possiedono un sistema di controllo efficiente, quindi puntualmente varcate da molti veicoli non autorizzati.   Per rendere risolutivi gli incentivi ai mezzi elettrici Catania dovrebbe intraprendere il percorso di Milano e dell'area C: implementare un'area ampia e controllata interdetta al transito dei mezzi privati che renderebbe conveniente l'acquisto di veicoli a basse emissioni. Solo a scopo di proposta abbiamo pensato ad alcune aree che progressivamente potrebbe diventare ZTL - alcune delle quali già individuate nel Piano Generale del Traffico Urbano di Catania del 2012-: - Via Garibaldi dal Duomo a Piazza Mazzini; - Via Auteri, via della Lettera e piazza Francesco d'Assisi (firma la petizione); - Via Vittorio Emanuele da piazza Duomo fino a Via Croficeri - Piazza Stesicoro - Via Umberto da Piazza Vittorio Emanuele a Via Etnea - Piazza Federico di Svevia - Piazza Manganelli con tutta l'area di Centro Contemporaneo (firma la petizione) -Via Etnea da Via Umberto a Viale Regina Margherita - Via Dusmet tra la rotatoria e porta Uzeda. (firma la petizione) - Viale Ruggero di Lauria dopo il completamento di Viale Alcide de Gasperi.  

Leggi tutto    Commenti 0