03 mar 2017

Il passante ferroviario aprirà parzialmente il 14 maggio: in forse la stazione Europa


Continuano, seppur lentamente, i lavori del passante ferroviario di Catania. Gli ultimi rumors danno l’apertura del binario pari per il 14 maggio 2017, contestualmente alla stazione Ognina, mentre è in forse la stazione Europa.

L’apertura della stazione Picanello è invece rimandata a dopo l’estate. Avremo quindi un’apertura parziale del passante che dal 14 maggio dovrebbe essere costituita da tre stazioni:

  • Cannizzaro (aperta il 13 dicembre 2015)
  • Ognina (maggio 2017)
  • Picanello (dopo l’estate 2017)
  • Europa (in forse per maggio 2017)
  • Stazione Centrale 

La stazione di Cannizzaro è stata aperta il 13 dicembre 2015 ed è servita da Trenitalia con la fermata di numerosi treni regionali. Le stazioni di Acquicella e Bicocca al momento non faranno parte del percorso del passante ferroviario.

Ecco in dettaglio la situazione delle stazioni

Stazione Ognina

2016-11-26-10.54.03

Stazione Ognina

È la stazione che in questo momento risulta più avanzata rispetto alle altre. E’ stato già posizionato il piano ferrato e la linea dell’alimentazione.

La stazione di Ognina è in superficie, è dotata di marciapiedi della lunghezza di 125 metri, coperti da pensiline e collegati da un sottopasso pedonale con accesso da via Fiume e da un parcheggio, con ingresso da via De Caro attraverso il cavalcaferrovia di nuova realizzazione, per 120 posti auto.

In futuro l’accesso alla stazione sarà possibile anche dal viale Ulisse; da questa stazione sarà possibile raggiungere il borgo di Ognina e l’Agenzia delle Entrate che si trova a soli 5 minuti di strada a piedi.

 

Stazione Picanello

2016-11-26-10.54.20

Stazione Picanello

La stazione di Picanello è ubicata nel tratto a nord di via Guerrera e a sud di via Messina, ed è realizzata in sotterranea con due uscite, una su via Timoleone e l’altra su spazio a verde comunale, confinante con via Libertini, via Messina e con il parcheggio su via Guerrera. Ha una lunghezza complessiva di circa 157 metri. Il collegamento della fermata con l’esterno sarà garantito da due blocchi di scale fisse e scale mobili.

I lavori sono in fase molto avanzata: si deve realizzare solo un pozzo equilibratore che al momento è fermo a causa di alcuni danni ad un edificio vicino. La pavimentazione al piano binari è già pronta, mentre il mezzanino non risulta pavimentato.

La stazione Picanello serve una porzione di città densamente abitata, inoltre, attraverso la nuova scalinata inaugurata di recente, sarà possibile raggiungere in 7 minuti a piedi, il borgo di San Giovanni Li Cuti

2016-11-26-11.37.10

Stazione Picanello

Stazione Europa

2016-11-26-10.54.29 (1)

Stazione Europa

La stazione Europa, in superficie, è provvista di due marciapiedi lunghi 125 metri ciascuno, dotati di rampe coperte per il collegamento con la superiore Piazza Europa e di pensiline.

In questi giorni si sta lavorando proprio alla copertura di queste rampe con cupole in  plexiglass. Inoltre è già pronto il basamento per il piano del ferro che verrà posizionato probabilmente nei prossimi giorni.

IMAG0102_1_zpsoyuptei7 (1)

Stazione Europa. Montaggio della copertura nelle rampe di accesso. Foto di Alleggiu

 

2017-03-01 12.37.56

Stazione Europa. Sulla destra si vede il basamento già pronto per la posa dei binari


Ti potrebbero interessare:


CannizzarocataniaEuropalavorimobilita cataniaogninapassante ferroviariopicanelloRFIstazionetrenitalia

6 commenti per “Il passante ferroviario aprirà parzialmente il 14 maggio: in forse la stazione Europa
  • Antonio Gulino 5
    03 mar 2017 alle 11:24

    Ma nella Stazione Europa non si poteva prevedere l’ascensore per l’abbattimento delle barriere architettoniche e delle semplici scale come accesso ordinario? A me questa mega rampa, oltre a sembrare un obbrobrio architettonico, sembra proprio insostenibile per un disabile in carrozzella quanto a lunghezza e pendenza totale del dislivello da superare. Mah….

      • Antonio Gulino 5
        04 mar 2017 alle 9:32

        Spartane va bene, ma almeno funzionali. E poi, in termini di costi, un ascensore/montacarichi per due soli sbocchi ed una scala secondo me sarebbero costati anche meno (sicuramente in termini di tempo) che questa passerella poggiata su minipiloni, con copertura ad archetto molto anni 70… La spartanità ha una sua dignità, lo si può dire di cose snelle e che puntano al sodo. Qui a mio avviso siamo alla solita mediocrità.

  • ct64 73
    03 mar 2017 alle 12:42

    Finalmente! Sarebbe bello avere un’idea del tipo di servizio che sarà offerto. Ad esempio, ci sarà un orario cadenzato? Il collegamento sarà limitato a Cannizzaro oppure andrà oltre (Acireale, Giarre)? Sono previsti servizi di adduzione?

    • Roberto Lentini 6743
      03 mar 2017 alle 19:29

      La frequenza dovrebbe essere ogni 15/30 minuti e si dovrebbero utilizzare i minuetto. Nel breve termine il tratto del passante sarà Cannizzaro-Stazione Centrale

      • ct64 73
        04 mar 2017 alle 11:03

        Speriamo in una prossima estensione dei servizi verso nord e nella realizzazione della stazione Fontanarossa. Anche con un piccolo tratto a binario unico si potrebbero istituire degli utili servizi cadenzati da Taormina all’aeroporto senza aspettare il completamento del raddoppio del nodo Catania. Un treno all’ora in ciascuna direzione sarebbe già ottimo.


Lascia un Commento