24 feb 2017

Il “Treno Verde” di Legambiente da oggi a Catania


Oggi, e fino al 26 febbraio, ci sarà a Catania  il Treno Verde in collaborazione tra Lega Ambiente e Ferrovie dello Stato e viaggerà, attraverso undici tappe, fino al 31 marzo con destinazione Milano e una fermata speciale il 24 marzo a Bruxelles.

tappe-1

 

I temi dell’inquinamento atmosferico, acustico e del comfort ambientale saranno al centro del viaggio del convoglio ambientalista nelle città italiane. Grazie alla collaborazione con VALORIZZA brand di Studio SMA e Gemmlab, Orion, e con il contributo scientifico della Sapienza, del CNR e dello IUAV – sarà realizzato un monitoraggio scientifico (rumore e inquinamento atmosferico) in postazioni fisse e itineranti e uno speciale monitoraggio indoor.

Far uscire le città dalla cappa di smog è una priorità. Legambiente ne è convinta e sfida le amministrazioni disegnando le città di domani, utilizzando le migliori esperienze che già oggi sono una realtà: ecco dunque una metropoli innovativa e sostenibile, sempre più verde dove gli alberi tornano ad essere i protagonisti del centro e delle periferie “sposando” anche l’architettura per dar vita a palazzi che respirano. E poi reti ciclabili, mezzi pubblici e auto elettriche, ecoquartieri, edifici che tornano a nuova vita grazie a progetti di rigenerazione urbana e riqualificazione energetica per centri urbani sempre più smart, partecipativi e inclusivi.

Una città che molte amministrazioni, spesso troppo miopi, faticano a vedere e sulle quali invece dovrebbero puntare. In questa partita è fondamentale il ruolo delle Regioni nel predisporre piani e misure e nuovi fondi da destinare a progetti innovativi, a partire dal settore della mobilità, se davvero si vogliono rilanciare i centri urbani, oggi in forte sofferenza e indietro rispetto alle sorelle europee come testimonia Roma. Se non si attua un nuovo rinascimento urbano, alla Città Eterna serviranno 80 anni per recuperare anni di ritardo sulla mobilità e raggiungere le capitali europee. - 

Ecco come sarà composto il Treno Verde:

Prima Carrozza – La linea retta (è finita)

Nella prima carrozza sarà presentato il tema dell’economia circolare, partendo da un’analisi degli impatti dell’economia lineare (rifiuti e discariche, cambiamenti climatici e riscaldamento globale, disuguaglianza economica, sprechi, consumo risorse e disastri ambientali), per poi illustrare i vantaggi dell’economia circolare, come modello che ricalca i cicli naturali ed è in grado di garantire lavoro, benessere e sostenibilità ambientale. Ci sarà inoltre un focus specifico sulla situazione a livello normativo (pacchetto EU e pacchetto italiano) e ci sarà la possibilità di sottoscrivere il nostro Manifesto dell’Economia Circolare.

Seconda Carrozza – Quelli che chiudono il cerchio 

Nella seconda carrozza saranno presentati i “Campioni dell’economia circolare”, esempi di aziende e buone pratiche, divisi in ambito tematico, che vogliamo portare come eccellenze italiane a Bruxelles. Le aree di interesse saranno focalizzate sul tema dei Rifiuti (riciclo, recupero, gestione), Industria, Energia, Edilizia, Design, Spazio Laboratori, Agricoltura, Spreco alimentare, Amministrazioni pubbliche, Start Up e Ricerca.

Terza carrozza – Il cerchio perfetto del riciclo (carrozza dedicata a Ecopneus)

La terza carrozza sarà interamente dedicata al caso studio di Ecopneus, sulla filiera del recupero e riciclo dei pneumatici fuori uso. Si tratta di una delle best practice a livello nazionale ed europeo, che sarà presentata attraverso installazioni, monitor e percorso mostra interattivo.

Quarta carrozza – Cittadinanza circolare: riparo e condivido

La quarta carrozza sarà una sorta di vademecum pratico di “cosa posso fare io” per consumare meno e meglio e orientare i processi produttivi verso l’economia circolare.

Riuso, riparazione e condivisione: il cerchio lo chiudiamo noi, consumatori e utenti. Dalle migliori esperienze di riuso nate dal basso a piccoli laboratori di riparazione di oggetti che sono frequentemente soggetti a vita breve. Saranno inoltre raccontate le esperienze di sharing di prodotti e servizi e i valori aggiunti in termini ambientali, economici e sociali.

La quarta carrozza sarà come sempre anche lo spazio conferenze e sarà disponibile anche per laboratori, aperitivi ed attività pomeridiane.

Ecco il programma di oggi a Catania:

ore 10:30 Conferenza stampa finalizzata allapresentazione dei dati relativi al monitoraggio scientifico eseguito dal Treno Verde sull’inquinamento acustico ed atmosferico di Catania a cura di Serena Carpentieri, Responsabile Treno Verde, e dibattito su inquinamento acustico e atmosferico a Catania
Intervengono:

· dott. Carmelo Oliveri- tecnico dell ufficio Ecologia ed Ambiente del Comune di Catania;
· dott. Salvatore Casabianca- Responsabile U.O. Agenti Fisici della Struttura Territoriale di Catania;
· dott. Antonio Conti- Responsabile U.O. Agenti Fisici della Direzione Generale di ARPA Sicilia;
· prof. Giuseppe Inturri- docente di Trasporti e Mobilità presso il Dipartimento di Ingegneria dell’Università di Catania;
· prof.ssa Margherita Ferrante -Docente dell’Istituto di Medicina e Chirurgia dell’Università di Catania, Direttore Responsabile del Laboratorio di Igiene Ambientale dell’Università di Catania;
· arch. Annamaria Pace – Legambiente Catania; responsabile locale del Treno Verde;
· avv. Marisa Falcone -Presidente ADAS/ONLUS Associazione per la difesa dell’Ambiente e della Salute.

Modera il dibattito: avv. Viola Sorbello – Legambiente Catania.


catanialegambientemobilita cataniatreno verde


Lascia un Commento