09 dic 2016

Circumetnea, le vecchie automotrici iniziano ad andare in pensione


È passato già un anno da quando la ditta polacca Newag ha consegnato alla Ferrovia Circumetnea il primo nuovo convoglio binato “DMU001A/001B”, denominato “Vulcano”, che dopo circa sei mesi di varie corse di prova e test, è entrato in esercizio, per la precisione il 24 maggio scorso.

Poco dopo, la Circumetnea ha iniziato a mettere da parte qualche vecchia automotrice, partendo dalle due ex “calabro lucane”, ossia l’ADe 08 e l’ADe 09, che, spesso, viaggiavano in coppia, visto che le altre due gemelle, ossia l’ADe 07 e l’ADe 10, non sono più marcianti da diversi anni.

In particolare, l’ADe 07 si ritrova completamente smontata ed accantonata in fondo al piazzale della stazione di Catania Borgo, da parecchi anni, in seguito ad un intervento di “revamping” mai ultimato; l’ADe 10, invece, è stata compromessa definitivamente da un incendio in seguito ad un corto circuito verificatosi nell’anno 2007, mentre svolgeva il suo quotidiano viaggio a servizio degli studenti, in coppia con una delle sue gemelle.

ADe 09 + ADe 08, in transito tra Lineri e Misterbianco.

ADe 09 + ADe 08, in transito tra Lineri e Misterbianco.

In seguito, è stata accantonata anche l’automotrice “RALn 6403″, una delle ex “RALn 60 FS” provenienti dalla ferrovia FS a scartamento ridotto, successivamente trasformate in “RALn 64″ (a partire dall’anno 1981).

RALn 6403, ex "RALn 60 FS", ferma nella stazione di Catania Borgo.

RALn 6403, ex “RALn 60 FS”, ferma, nella stazione di Catania Borgo.

Tuttavia, le automotrici non sono state accantonate in modo permanente. È molto probabile che potranno essere ancora utilizzate, specialmente nel caso in cui uno dei convogli “Vulcano” abbia necessità di essere sostituito in caso di guasti.

Inoltre, da parecchi mesi non circola più nemmeno l’automotrice “ADe 24″, del gruppo di automotrici conosciute anche come “IMPA”, poiché l’intero gruppo delle automotrici ADe 21 – 25 è stato costruito negli stabilimenti “ITIN”, Italimprese Industrie, originalmente nata come “IMPA”, ubicati nella zona industriale di Catania e che ormai da molti anni hanno chiuso i battenti.

ADe 22 (IMPA), e ADe 18 "La Prima", femre nella stazione di Adrano Nord.

ADe 22 (IMPA), e ADe 18 “La Prima”, femre nella stazione di Adrano Nord.

Non è stato ancora avviato nessun “processo” di accantonamento definitivo per le vecchie automotrici, ma questo accadrà non appena arriveranno altri nuovi convogli “Vulcano”. Infine, secondo fonti attendibili, le prime automotrici che verranno accantonate saranno le “RALn 64″, nonostante quest’ultime siano le automotrici più potenti del parco rotabili, dopo i nuovi treni “VULCANO”, ovviamente.

Com’è logico, invece, le automotrici che sono state ristrutturate saranno le ultime ad essere eventualmente accantonate.


Adecataniacircumetneaferrovia circumetneaImpametropolitana leggeranewagRalnvulcano


Lascia un Commento