23 mag 2016

Passante Ferroviario, a rischio l’apertura entro l’anno delle stazioni Ognina, Picanello, Europa


Mentre i lavori della metropolitana dopo l’interruzione Tecnis, procedono spediti, non si può dire la stessa cosa per il passante ferroviario.

A giugno di quest’anno dovevano essere aperte le stazioni di Ognina, Picanello e Europa che, insieme alle stazioni di Cannizzaro (aperta il 13 dicembre 2015), stazione Centrale e Acquicella, avrebbero certamente contribuito a migliorare la mobilità a Catania.

Ma a causa di un nuovo blocco dei lavori di consolidamento della vecchia galleria, dovuti a dei danni ad un edificio privato, la riapertura è rimandata probabilmente al prossimo anno. A giorni comunque si aspetta il pronunciamento del giudice per un eventuale dissequestro del cantiere.

Attualmente si sta lavorando nelle stazioni di Ognina e Europa con grande impiego di operai. Nella stazione Ognina si lavora nei varchi d’accesso e soprattutto alla rifinitura delle future banchine. Si sta completando inoltre l’elettrificazione del binario lato nord.  A breve sarà invece aperto il cavalcavia che collegherà la via De Caro con il futuro parcheggio scambiatore posizionato davanti all’ingresso della stazione.

Nella stazione Picanello, proprio a causa del fermo dei lavori della galleria, non abbiamo visto operai al lavoro.

Nella stazione Europa i lavori si stanno concentrando nei varchi d’ingresso della stazione.

Con l’apertura delle tre nuove fermate citate e la ristrutturazione delle altre stazioni urbane già esistenti, Catania potrebbe avere una seconda linea metropolitana, da nord a sud, secondo questo assetto:

  • Acireale
  • Cannizzaro (aperta il 13 dicembre 2015)
  • Ognina
  • Picanello
  • Europa
  • Stazione Centrale
  • Acquicella
  • Fontanarossa Aeroporto (ancora da realizzare)
  • Bicocca
  • Passo Martino
  • Lentini

(in grassetto le stazioni/fermate ubicate nell’area urbana di Catania). 

Le fermate “Stazione Centrale FS” e “Fontanarossa” saranno interconnesse con le stazioni della metropolitana di Catania rispettivamente “Giovanni XXIII” e “Santa Maria Goretti”. In quest’ultimo caso, inoltre, si scambierà anche col già esistente parcheggio d’interscambio di Fontanarossa.

Secondo le previsioni attuali, i treni impiegati saranno i Minuetto,  mentre le frequenze si attesteranno sui 15/30 minuti (a seconda della fascia oraria e dell’area di riferimento).

Foto di copertina Frusciante 86

Ti potrebbero interessare:

 


cataniamobilita cataniapassante ferroviariostazione europastazione ogninastazione picanello


Lascia un Commento

Ultimi commenti