29 lug 2015

VIDEO | Nuove tratte metropolitana: come e dove verranno scavate


Lo scavo delle nuove tratte della metropolitana verrà effettuato con una TBM (fresa meccanica a piena sezione, comunemente chiamata “talpa”) dal diametro di 10 m.

Riproduzione in scala della "talpa" TBM acquistata dalla CMC

Riproduzione in scala della “talpa” TBM acquistata dalla CMC

La Talpa, già acquistata, ma non ancora arrivata a Catania, è stata chiamata Agata, in onore della nostra Santa Protettrice.

Per la costruzione della tratta Nesima-Monte Po verrà fatta entrare dal cantiere che è stato inaugurato sabato mattina, nei pressi della Torre Tabita.

Cantiere di lavoro di Misterbianco dal quale verrà fatta entrare la TBM per la tratta Nesima-Monte Po

Cantiere di lavoro di Misterbianco dal quale verrà fatta entrare la TBM per la tratta Nesima-Monte Po

Nel tratto Stesicoro-Palestro, lotto le cui opere civili sono state finanziate ma non ancora appaltate, probabilmente verrà fatta entrare dal cavalcavia dell’asse dei servizi di via Palermo, dove sarà montata. Qui inizierà lo scavo in discesa fino ad intercettare il tracciato di progetto, direzione stazione Stesicoro; finito lo scavo la TBM verrà smontata ed estratta dai pozzi di aerazione, tranne lo scudo che rimarrà sepolto in galleria.

Ecco come si monta una TBM.

Ecco come avviene lo scavo con la TBM, questo sistema rende la costruzione della galleria molto più veloce e non danneggia gli edifici sovrastanti.


cataniafcelavori metropolitana cataniametropolitanamobilita catanianuova metropolitana catanianuove tratte metro cataniatalpa metrotbm agatatbm cataniatratta nesima monte pòtratta stesicoro palestro


Lascia un Commento